Breaking News
Da sinistra: Annamaria Cordova, Isabella Sala, Alessandra Cecconello e Vittorio Bertani
Da sinistra: Annamaria Cordova, Isabella Sala, Alessandra Cecconello e Vittorio Bertani

Vicenza, “I primi mille giorni” che preparano il domani

Vicenza – “I primi mille giorni”, è questo il titolo della manifestazione che, a Vicenza, accenderà i riflettori su quel tratto iniziale di cammino che tutti noi abbiamo fatto, ovvero i primi anni di vita, dal concepimento ai due anni di età, un periodo molto speciale, capace anche di determinare il futuro di una persona. Il festival si terrà dal 3 al 24 marzo ed è stato presentato ieri, alla presenza degli assessori del comune di Vicenza Isabella Sala e Annamaria Cordova, rispettivamente alla comunità e famiglia ed alla partecipazione.

Ad illustrarne le caratteristiche ci hanno pensato invece Vittorio Bertani, presidente della cooperativa sociale Alinsieme, e Alessandra Cecconello, responsabile per i servizi socio sanitari sempre della cooperativa Alinsieme, oltre che responsabile scientifico dell’iniziativa “I primi mille giorni”. I dettagli verranno pubblicati, in aggiornamento, sul sito www.iprimimillegiornidivita.it e sulla relativa pagina Facebook.

L’iniziativa nasce infatti grazie all’impegno della cooperativa sociale Alinsieme, che nel 2018 festeggia i primi dieci anni di attività e che ha voluto creare qualcosa da condividere con la città. Propone un calendario fitto di incontri e iniziative rivolti a genitori e futuri genitori, ai professionisti che si occupano a diverso titolo di infanzia e a tutti gli adulti che desiderano creare attorno ai neogenitori e ai bambini un ambiente salutare, sereno e positivo.

“I primi mille giorni” vuole anche essere una campagna di informazione sulle ultime scoperte scientifiche dedicate allo sviluppo del bambino. Alla luce di queste conoscenze, gli adulti potranno compiere le scelte migliori ed evitare l’esposizione dei piccoli ai fattori di rischio. Nelle tre settimane del festival, assieme a medici, psicologi, professionisti sanitari ed esperti si potranno conoscere le azioni concrete per tutelare la salute e il benessere dell’individuo in formazione.

“Si farà luce – è stato spiegato durate la presentazione – sulle ultime scoperte scientifiche relative ai meccanismi di plasticità del feto, sui rapporti tra neonato e ambiente, sull’importanza del gioco e del movimento e sugli agenti che influiscono sulla crescita equilibrata del bambino. Si parlerà di svezzamento e alimentazione corretta, del benessere psicologico della mamma, dei ruoli familiari. Ci saranno anche occasioni per i genitori di fare esperienze concrete partecipando a laboratori e a momenti di confronto e per sperimentare nuovi modi di relazionarsi con i loro figli”.

“Il sostegno dell’amministrazione comunale – ha commentato Isabella Sala – va ad iniziative, come questa, che hanno un senso profondo e vogliono andare lontano. Si tratta di un progetto di comunità particolarmente prezioso per un contesto, come quello attuale, di grande complessità e di difficoltà di natura diversa, che le famiglie si trovano ad affrontare. Una società che invecchia non deve dimenticare i minori, e in questo periodo vediamo un ritrovato fermento di iniziative in questo senso. Le istituzioni sono presenti nel supportare e facilitare la nascita di queste reti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *