Breaking News

Il gioco d’azzardo e i suoi effetti. Se ne parla a Rosà

Rosà – Una serata con gli esperti per spiegare gli effetti del gioco d’azzardo patologico e per illustrare l’impatto che questa dipendenza ha sulle persone intrappolate nel vortice del gioco e sulle loro famiglie. A proporre questo evento, in calendario per le 20.30 di giovedì 8 febbraio, nella sala consiliare del municipio, in piazza Serenissima, è il Comune di Rosà.

“Il Veneto – si legge in una nota del municipio rosatese – è al quinto posto in Italia tra le Regioni che più contribuiscono al mercato del gioco d’azzardo. Il gioco on line, ad esempio, è in forte aumento fra i più giovani che sono vittime di questa dipendenza, mentre anziani ed adulti trovano nelle sale da gioco e in altre forme di scommesse, maggiori adesioni”.

“I giocatori problematici in Veneto sono circa 32.500, mentre i potenziali malati di gioco patologico, nella nostra Regione sono stimabili tra i 3200 e i 3700. Tra questi, però,  soltanto la metà si rivolge ai servizi sociali per cercare un aiuto per uscire da questa spirale”.

Relatori della serata saranno lo psichiatra Graziano Bellìo, direttore del servizio per le dipendenze di Castelfranco e referente scientifico del piano regionale, con un intervento dal titolo “Il gioco d’azzardo e la Regione del Veneto: il Piano Regionale Gap”; Lorena Bergozza, del SerD di Thiene, parlerà del gioco d’azzardo nei giovani, mentre Paolo Civitelli, del SerD di Bassano, approfondirà il tema “Un approccio terapeutico integrato pubblico – privato nel trattamento dei giocatori problematici”.

Seguirà l’intervento “Il privato sociale di fronte ai problemi correlati al gioco d’azzardo”, della psicologa Paola Castellan della cooperativa Adelante. Durante la serata saranno inoltre presenti ex giocatori che porteranno la loro testimonianza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *