Provinciavicenzareport

Antifascismo, Filippin (Pd): “Valore da ribadire”

Bassano del Grappa – Rimane vivace il dibattito che si è acceso in seguito all’idea di inserire una dichiarazione di ripudio del fascismo nel regolamento per l’applicazione del canone di occupazione di spazi e aree pubbliche, a Vicenza.

Diverse le voci che si sono levate per manifestare il disaccordo nei confronti di questa variazione da apportare. Ma c’è anche chi sostiene che la modifica suggerita dal sindaco di Vicenza, Achille Variati, non solo sia una formula valida da inserire nelle domande di occupazione del suolo pubblico, ma che possa essere adottata anche in altre città. Questo è successo, ad esempio, a Bassano del Grappa, dove il pieno sostegno ad una analoga proposta del sindaco, Riccardo Poletto, giunge da Rosanna Filippin, candidata del Partito democratico al Collegio uninominale del senato di Bassano.

“Il nostro paese e la nostra patria – ha sottolineato Filippin motivando il suo appoggio a quanto sostenuto dal primo cittadino bassanese – hanno vissuto un ventennio buio, che ha portato guerra, morte e odio. A Bassano, nel 1944, sono stati impiccati i nostri giovani che lottavano per un paese libero. E se oggi viviamo in un paese senza dittatura è anche grazie a chi, come loro, ha sacrificato la propria vita per difendere i valori di giustizia, pace e libertà”.

“La Costituzione – ha poi concluso – è antifascista nei suoi valori fondanti. Ribadire oggi quei valori, che dovrebbero essere già condivisi da chiunque, vuol dire continuare a difendere la libertà di tutti, e non dei pochi”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button