Arresto carabinieri

Legittima difesa, Mantovani: “Riforma necessaria”

Vicenza – “Premesso che meno armi circolano e meglio è, il cittadino deve sentirsi al sicuro a casa propria e se è in pericolo ha il diritto di difendersi ed il dovere di proteggere la sua famiglia”, è con queste parole che Fabio Mantovani, candidato a sindaco di Vicenza per il centrodestra, interviene a margine delle polemiche di questi giorni sul tema della legittima difesa.

“Una riforma sulla legittima difesa va attuata – continua Mantovani – ed ho fiducia che il nuovo Parlamento riuscirà a dare risposte chiare a territori come il nostro in particolare che vive ed ha vissuto in un passato molto recente episodi di grave pericolo come il caso Stacchio. Il modello di riferimento non è, per quanto mi riguarda la libera e disinvolta circolazione delle armi come negli Usa, ma una presenza più diffusa ed efficace dello Stato, oltre alla certezza della pena chi commette reati”.

“I nostri cittadini – prosegue il candidato sindaco – vivono una nuova emergenza sicurezza, che vent’anni fa era sconosciuta. Mi aspetto che vi sia un intervento legislativo che faccia chiarezza sul diritto di difendersi come è stato ben espresso recentemente anche dal vescovo di Chioggia, monsignor Adriano Tessarolo, che ha dichiarato che uccidere è sbagliato, ma capisce chi si difende da un’aggressione”

“Io, al netto delle esagerazioni – conclude Mantovani -, sto comunque dalla parte della vittima, che è sempre chi subisce la violazione in casa propria. Ma dobbiamo responsabilmente stare lontani dalle strumentalizzazioni fantasiose che rappresentano una destra pistolera ed una sinistra molle e schiava dei suoi dogmi. I cittadini e le famiglie che si sentono in pericolo non possono essere messi nella condizione di doversi difendere da soli e vivere uno stato psicologico di pericolo costante. E’ dovere dello Stato, con la collaborazione anche dei sindaci che sono sempre un sensore sul territorio, garantire l’inviolabilità della proprietà”.

Da segnalare che sul tema è intervenuto oggi anche  Costantino Toniolo, candidato alla Camera dei Deputati, come capolista al proporzionale, Noi con L’Italia. “Sulla legittima difesa – ha scritto in una nota -, da moderati, dobbiamo risolvere i problemi con proposte di buon senso e praticabili. Quindi dico no al Far West, sì invece alla presunzione di legittima difesa se il caso è quello che ti entrano a casa tua di notte e tu reagisci.

“La tutela della proprietà – ha aggiunto Toniolo – deve essere affidata allo Stato. La difesa personale, della famiglia e dei propri cari, nel caso di effrazione e aggressione in casa di notte, può essere legittima se il cittadino reagisce. Stessa cosa vale per le rapine nei negozi e negli uffici. In questo caso a livello legislativo va rafforzata la presunzione di legittima difesa e mi impegnerò a perseguire questo obiettivo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *