Breaking News
La ballerina Céline Cassone (Foto di Ken Browar)
La ballerina Céline Cassone (Foto di Ken Browar)

Danza in Rete, Vicenza e Schio in un nuovo Festival

Vicenza – Presentata oggi, al Teatro Comunale di Vicenza, la prima edizione di Danza in Rete, nuovo festival dedicato all’espressione coreutica, in tutte le sue forme, che vede impegnate assieme le fondazioni teatrali di Vicenza e di Schio. Ad illustrare la nuova iniziativa c’erano il presidente della Fondazione Teatro Comunale di Vicenza, Roberto Ditri, quello della Fondazione Teatro Civico di Schio, Silvio Genito, l’assessore alle politiche giovanili del Comune di Schio, Barbara Corzato, e i direttori artistici Pier Giacomo Cirella e Loredana Bernardi.

Presenti anche alcuni artisti che si eisibiranno a Danza in Rete: Francesca Raineri e Andrea Rosset del collettivo Jennifer rosa, Luciano Padovani e Tiziana Bolfe. Il festival rappresenta certamente una novità nel panorama dell’offerta di spettacolo dal vivo, sebbene affondi le sue radici nella storia consolidata della rassegna Vicenza Danza. Da segnalare che gli spettacoli andranno in scena non solo nei teatri, ma anche in spazi di solito destinati ad altre funzioni.

“Elemento fondante del nuovo Festival – spiega una nota del Teatro Comunale di Vicenza – è il concetto di rete, che trova nella nuova proposta artistica una realizzazione completa dei suoi significati, nella varietà dei generi che si intersecano, nelle diverse performance, nelle interconnessioni degli spettatori con gli artisti. È rete anche tra le istituzioni che sostengono l’iniziativa, le due fondazioni teatrali di Vicenza e Schio, con il contributo della Camera di commercio di Vicenza, che interviene con uno speciale sostegno economico alle attività. Partecipano al progetto, come stakeholder, Operaestate festival e La Piccionaia Centro di produzione teatrale, con cui sono state siglate delle intese per il sostegno alla giovane danza d’autore e agli artisti locali”.

Il nuovo Festival presenterà, nei due mesi di programmazione, dal 24 febbraio al 22 aprile, ben  26 spettacoli con artisti italiani ed internazionali: sei coreografie in prima nazionale, quattro anteprime nazionali, quattro coproduzioni, quattro produzioni del Festival, tre spettacoli dedicati alle scuole dell’infanzia e alle scuole primarie, e iniziative di approfondimento per il pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *