lunedì , 26 Aprile 2021
Alberto Angela in un momento delle riprese all'interno di Villa Caldogno
Alberto Angela in un momento delle riprese all'interno di Villa Caldogno

Villa Caldogno vista da 5,5 milioni di telespettatori

Caldogno – Grande successo per l’ultima puntata de “Le Meraviglie – La Penisola dei Tesori”. La serie, condotta da Alberto Angela, ha proposto un viaggio per la penisola, proprio alla scoperta delle meraviglie italiane. Tra i luoghi protagonisti della trasmissione di ieri sera, che è stata seguita da una media di 5 milioni e mezzo di telespettatori, le ville palladiane del Veneto, ed in particolare Villa Almerico Capra, detta La Rotonda, a Vicenza, e Villa Caldogno. Tanti, dunque, i telespettatori di tutta Italia che sintonizzandosi su Rai Uno hanno potuto scoprire il complesso palladiano di Caldogno, di recente valorizzato anche attraverso il nuovo portale web dedicato www.villacaldogno.it.

Enorme la soddisfazione dell’amministrazione comunale calidonense, da anni impegnata in un importante progetto di riqualificazione e valorizzazione della Villa sia come centro della vita culturale comunitaria sia come polo attrattivo dal punto di vista turistico.

“Ora più che mai – ha sottolineato il sindaco, Nicola Ferronato – non siamo più conosciuti solo come il paese del mito calcistico Roberto Baggio, ma anche perché custodiamo questa Villa straordinaria che, grazie anche alla collaborazione con la Pro Loco e con altre realtà del territorio, intendiamo rendere una destinazione turistica sempre più affascinante e accogliente”.

Un ringraziamento particolare è rivolto dall’assessore alla cultura, Monica Frigo, che ha seguito personalmente le riprese della troupe Rai realizzate in dicembre. “Il nostro grazie – ha proseguito – va ad Alberto Angela, al regista Gabriele Cipollitti, all’autrice Carlotta Ercolino, allo staff, alla troupe e a tutta la produzione, per aver dedicato uno spazio a Villa Caldogno. Confidiamo che ora siano tante le persone che, dopo avere scoperto la Villa in televisione, abbiano la curiosità di venire ad ammirarla di persona”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità