Breaking News
Vicenza - Loggia del Capitaniato

Vicenza, mozione contro i fascismi di ritorno

Vicenza – “La Resistenza e l’antifascismo non sono eredità esclusive di una sola parte politica, ma sono patrimonio di tutte le cittadine e i cittadini democratici e fondamento della nostra Repubblica. Sia come amministratori locali che come cittadini abbiamo pertanto a cuore che Vicenza continui ad intensificare la sua attività di valorizzazione e promozione della memoria storica, assieme alle associazioni e organizzazioni antifasciste e all’Istituto storico della resistenza, e abbia tra gli obiettivi primari quello di eliminare ogni forma di razzismo, discriminazione razziale, antisemitismo, intolleranza e xenofobia”.

E’ con queste parole che i consiglieri comunali di Vicenza, Sandro Pupillo e Giacomo Possamai, hanno motivato la loro iniziativa di presentare, raccogliendo l’appello dell’Anpi, una mozione di indirizzo politico-amministrativo sui valori della resistenza antifascista e dei principi della Costituzione repubblicana, per impegnare il sindaco e la giunta a promuovere iniziative culturali, in collaborazione con le scuole e nei luoghi di aggregazione, affinché sia mantenuta la memoria storica della lotta di liberazione dal nazifascismo.

I due consiglieri comunali di maggioranza sottolineano anche la necessità di valorizzare quelle iniziative che “consentano di portare all’attenzione della popolazione, ed in particolare ai soggetti più giovani e maggiormente vulnerabili, il problema inerente ai  nuovi fascismi” e di dare mandato alle competenti direzioni comunali di adeguare i regolamenti comunali (ad esempio sulla occupazione suolo pubblico, concessione di spazi e sale comunali) affinché, al momento della richiesta di autorizzazione, si presenti anche una dichiarazione esplicita di riconoscimento dei valori democratici espressi nella Costituzione italiana e nello statuto comunale.

“Vicenza – concludono Pupillo e Possamai – è una città di consolidate tradizioni democratiche ed è l’unica città d’Italia che, in luogo del gonfalone, detiene la bandiera nazionale decorata con due medaglie d’oro al valore militare, una delle quali di cui una conferita proprio per meriti legati alla Resistenza. È perciò fondamentale che i valori fondanti della nostra Costituzione democratica vengano difesi quotidianamente dalle azioni eversive di organizzazioni di ispirazione neofascista e neonazista”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *