Defibrillatori, Vicenza sale a quota 65

Vicenza – Sono sessantacinque i defibrillatori pubblici installati grazie al progetto “Con il cuore per il cuore”, nelle scuole e nelle strutture sportive di Vicenza dal luglio 2013, decimo anniversario dell’associazione onlus Croce Verde Vicenza.

“Il defibrillatore – ha sottolineato il sindaco, Achille Variati – è uno strumento importantissimo che a Vicenza ha già salvato due vite: quella di un turista, all’interno del Teatro Olimpico nel 2015, e quella di signore in piazza Matteotti nel 2017. Ai 65 dispositivi presenti in città ne vanno aggiunti gli altri 27, installati nella immediata cintura urbana, e così si sale a quota 92. È un risultato straordinario: la vita è un dono insostituibile e adoperarsi per usare questi strumenti è un gesto di grande generosità e civiltà”.

In città sette apparecchi sono a pubblico accesso, mentre gli altri cinquantotto si trovano all’interno di strutture quali impianti sportivi, scuole, aziende. In totale, l’investimento per i 92 apparecchi, è stato di 156 mila euro, 35 mila dei quali a carico di Croce Verde, 23 mila del Comune e la restante parte a carico di privati, associazioni sportive, enti.

“In questi anni – ha spiegato il presidente di Croce Verde Vicenza, Sebastian Nicolai – l’associazione ha puntato molto sulla formazione e sulla creazione di un portale web e di un’applicazione per smartphone (“Vicenza Cuore”) che permette di individuare rapidamente il defibrillatore più vicino. Sono grato a tutti coloro che hanno creduto in questo progetto e soprattutto ai nostri volontari che supportano con passione anche le iniziative collaterali proprio come il progetto Con il cuore per il cuore”.

“L’attività formativa sulla popolazione – ha poi aggiunto la responsabile della formazione, Alice Borgo – ricopre un ruolo fondamentale in progetti di questo tipo: la sola installazione di dispositivi sarebbe poco utile se non abbinata ad un gran numero di persone formate. In caso di emergenza la rianimazione cardiopolmonare con una rapida applicazione del defibrillatore e una efficace chiamata al sistema di emergenza 118 possono fare la differenza per la sopravvivenza di una persona”.

Oltre a progetti educativi per i ragazzi delle scuole primarie, fino ad ora, con i corsi organizzati, Croce Verde Vicenza ha formato all’uso dei defibrillatori 340 cittadini. Per ulteriori informazioni sui corsi e per iscriversi, si può consultare questa pagina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *