Arte, Cultura e Spettacoli

Teatro, a Thiene “Tutti insieme appassionatamente”

Thiene – Nuovo appuntamento, fuori abbonamento, della 38esima stagione di prosa di Thiene. E’ con un musical, molto famoso, ovvero “Tutti insieme appassionatamente”, in scena martedì 16 gennaio al Teatro Comunale thienese, con replica mercoledì 17 gennaio, sempre con inizio alle 0.45. Carolina Ciampoli, Gabriele de Guglielmo e Fabrizio Angelini. Quest’ultimo firma anche la regia e le coreografie. La trama del musical è molto nota, anche grazie al famoso film del 1965, di Robert Wise, con Julie Andrews e Christopher Plummer.

Siamo in Austria, nel 1938. Per mettere alla prova la sua vocazione, la madre badessa del convento di Nonnberg invia la giovane e turbolenta novizia Maria come governante presso il comandante Von Trapp, ex ufficiale di Marina, vedovo con sette figli, ai quali ha imposto una disciplina militaresca. Maria, con il suo carattere gioviale e impulsivo, conquista la fiducia e la simpatia dei ragazzi, grazie anche al canto e alla musica, e ad una spontanea complicità con Liesl, la figlia maggiore, che segretamente si incontra con il postino Franz Gruber. Il comandante invece ha una relazione con la baronessa Elsa Schraeder, in visita alla villa insieme all’amico di famiglia Max Detweiler.

Ma inconsapevolmente un sentimento si instaura tra Von Trapp e Maria, la quale rendendosene conto, anche attraverso le parole della piccola Brigitta, abbandona la famiglia per rifugiarsi di nuovo tra le mura del convento. La madre badessa però, esortandola a non fuggire dai suoi sentimenti, le suggerisce di tornare alla villa. Una volta tornata, Maria viene a sapere dai ragazzi che il comandante sposerà Elsa, che però dopo una discussione con lui circa l’imminente annessione dell’Austria da parte della Germania, decide di rompere il fidanzamento.

Maria e il capitano, rimasti soli, possono finalmente dichiararsi il loro amore. Durante la luna di miele Max prepara i ragazzi per cantare al Festival di Kaltzberg all’insaputa del comandante, il quale non concede il suo permesso, mosso anche da lealtà patriottica. Maria consola Liesl, delusa da Rolf che nel frattempo è diventato un seguace del regime nazista, e nel momento in cui al Comandante viene conferito un incarico nella Marina militare tedesca Maria trascina tutta la famiglia sul palco del festival, allo scopo di prendere tempo per organizzare una fuga. Con la collaborazione di Max e l’aiuto delle suore del convento, e grazie al mancato tradimento di Rolf, la famiglia riesce a fuggire in Svizzera attraverso le montagne così care a Maria, e a mettersi definitivamente in salvo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button