Arte, Cultura e Spettacoli

Il Teatro Comunale di Vicenza si racconta al pubblico

Vicenza – In occasione dello spettacolo “Le avventure di Numero Primo”, di e con Marco Paolini, in programma la prossima settimana al Teatro Comunale di Vicenza, partirà giovedì 18 e venerdì 19 gennaio, un nuovo progetto dedicato all’allargamento e alla diversificazione del pubblico del Comunale. Lo scopo è quello di migliorare le condizioni di fruizione della proposta culturale, per una maggiore consapevolezza, nei confronti dello spettacolo dal vivo, da parte degli spettatori. Si tratta di un nuovo approccio, inserito in un contesto di welfare culturale e sostenuto dai nuovi programmi della Comunità Europea, che mira ad elaborare strategie e politiche adeguate ai diversi bisogni del pubblico, e produrre azioni in grado di superare le barriere economiche, sociali, psicologiche e fisiche.

“L’audience development – spiega una nota della Fondazione Teatro Comunale di Vicenza – richiede tempo e proprio per questo viene definito un processo pianificato, continuativo, che dura nel tempo. Nel nostro caso la scelta è andata verso iniziative di avvicinamento al mondo del teatro, non solo per un pubblico fidelizzato come quello degli abbonati o degli spettatori che abitualmente frequentano già il teatro, ma anche per spettatori nuovi, diversi, allargando anche il campo d’azione e non fermandosi ad una mera valutazione quantitativa”.

Sono due sono i tipi di pubblico coinvolti in questo progetto. La prima delle due esperienze è Teatro Con VIsta – Diventare spettatori partecipi, un progetto a cura di Silvia Ferrari. Si tratta di un percorso di guida alla visione dello spettacolo teatrale offerto ai ragazzi delle scuole del territorio per favorire un approccio al teatro che parta dalla vita e dall’esperienza individuale, legittimando ogni punto di vista e creando un’occasione di scambio e confronto. Il nome Teatro Con VIsta gioca con l’acronimo del TCVI e riassume il senso del progetto: quello di offrire ai ragazzi un altro punto di vista sul teatro e creare un luogo protetto da cui osservare ciò che accade sul palcoscenico.

Allo spettacolo di Marco Paolini di giovedì 18 gennaio saranno presenti delle classi del Liceo Pigafetta di Vicenza, mentre venerdì 19 gennaio toccherà alle classi del Liceo Quadri, sempre di Vicenza. Prima dello spettacolo avrà luogo un incontro di preparazione, mentre, nei giorni successivi, gli studenti saranno impegnati in una restituzione attiva dell’esperienza, costruita sulle forme espressive più vicine alla loro sensibilità, testimonianze che confluiranno nella pagina Facebook di Teatro con Vista.

La seconda esperienza di audience development sarà invece dedicata agli spettatori “curiosi”, senza limite di età. E’ stata intitolata Una questione di sguardo, ed è un percorso formativo, rivolto al pubblico, che ha lo scopo di far maturare la capacità di analisi e critica della macchina teatrale. Il progetto è curato da Patricia Zanco, attrice, regista e autrice veneta. L’artista accompagnerà gli spettatori in una serie di incontri di approfondimento, prima degli spettacoli di prosa del calendario 2018, con l’obiettivo di avvicinarsi alla rappresentazione con nuovi strumenti di indagine e conoscenza.

Il primo incontro è in programma venerdì 19 gennaio, alle 18, nel Foyer alto del teatro. Gli incontri sono a numero chiuso, con massimo 30 persone, e per aderire occorre contattare gli uffici del Teatro Comunale di Vicenza (telefono 0444.327393, interno 3). Gli altri incontri sono in programma, sempre alle 18 nel Foyer Alto, il 7 febbraio, il 28 febbraio, il 25 marzo, il 28 marzo e l’11 aprile, tutti condotti da Patricia Zanco. Entrambi i progetti di audience development sono gratuiti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button