Provinciavicenzareport

Studentessa discriminata, Filippin : “No ai pregiudizi”

Padova – “Siamo vicini a Martina. Lo siamo perché crediamo che i pregiudizi sulla base del colore della pelle siano pericolosi”. Esordisce così Rosanna Filippin, senatrice bassanese del Partito Democratico, esprimendo solidarietà a Martina Wave Ogunleye, la ragazza che si è vista negare l’affitto di un appartamento, a Padova, a causa del colore della sua pelle. Il caso è di ieri ed è venuto alla luce in modo fragoroso dopo un articolo del mattino di Padova, subito ripreso anche da altre testate.

Studentessa di medicina nell’ateneo patavino, residente a Marostica, la giovane aveva risposto ad un annuncio nel quale si offriva in affitto questo appartamento. Si è sentita subito chiedere, però, di che nazionalità fosse e alla sua risposta che era nata in Italia da madre italiana e padre nigeriano, si è vista rifiutare la casa.

La giovane ha pubblicato su Facebook la conversazione avvenuta via sms e il caso è divenuto pubblico, con reazioni indignate da una parte, molte in verità e tutte insofferenti verso ogni atteggiamento razzista, ed altre di segno diverso che giustificavano il poco giustificabile atteggiamento della locatrice.

“Martina è una ragazza volenterosa – scrive oggi la Filippin -, al quinto anno di medicina, che come tante altre ragazze della sua età si impegna per la propria comunità e cerca di essere indipendente, lavorando e dandosi da fare. Certo, i proprietari delle case hanno il diritto di scegliere chi ospitare, ma in questo caso stiamo parlando di un giudizio legato non tanto alla sostenibilità economica, o all’affidabilità della persona, ma piuttosto al colore della pelle o al continente di origine”.

“E come tutti i pregiudizi – conclude la senatrice -, questi rischiano di essere grotteschi e scontrarsi con la realtà: Martina non solo è nata in Italia, ma ha un lavoro ed è una futura dottoressa. Spero che episodi come questo non si ripetano più e che Martina trovi al più presto una soluzione, come merita”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button