CronacaVicenzavicenzareport

Scontri al Menti per Vicenza-Padova. 4 agenti feriti

Vicenza – E’ stata certamente una serata difficile quella di ieri per Vicenza, ovvero la serata del derby calcistico con il Padova che, al di là del risultato sportivo, è stata caratterizzata da numeri importanti. Oltre 11.500 persone erano presenti allo stadio Menti, oltre 1500 gli ospiti, e non sono mancati i disordini, soprattutto quando un centinaio di tifosi padovani, appena scesi dagli autobus che li avevano portati allo stadio, hanno cercato lo scontro i tifosi vicentini intravisti in lontananza.

E’ stato necessario a quel punto l’intervento delle forze di polizia presenti, in modo da scongiurare l’uscita dei tifosi patavini dal loro settore ed evitare che la situazione degenerasse. Non è stato indolore però arginare il problema, e quattro poliziotti, fra i quali il dirigente del servizio, sono rimasti feriti, seppur in modo leggero, con prognosi dai 20 ai 5 giorni. La polizia ha identificato un tifoso padovano che verrà assoggettato a Daspo e denunciato per travisamento in occasione di manifestazioni sportive e per resistenza a pubblico ufficiale. Sono in corso accertamenti anche da parte della Digos per identificare gli altri tifosi responsabili dei tafferugli.

Inoltre, sempre nella fase di afflusso allo stadio dei tifosi ospiti, c’è da segnalare che un un gruppo di ultrà padovani, appena giunti con l’autobus nel parcheggio dello stadio, hanno lanciato petardi in direzione delle forze dell’ordine, ferendo un operatore cinofilo della polizia di Stato. Per quanto riguarda invece il dopo partita, il deflusso dall’impianto sportivo è avvenuto in modo tranquillo grazie al consistente dispositivo organizzato dalla Questura di Vicenza ed all’impegno degli uomini e delle donne della polizia di Stato, dell’Arma dei carabinieri, della Guardia di Finanza, della polizia locale, e al contributo del Comune di Vicenza, di Aim e di Svt.

La macchina della sicurezza messa in campo è stata comunque imponente. La Questura di Vicenza ha provveduto ad organizzare i servizi di ordine e sicurezza pubblica, frutto anche di due tavoli tecnici tenutisi nel corso della settimana precedente e che hanno visto l’impiego di centinaia di agenti. L’afflusso di tifosi padovani in ambito autostradale e ferroviarioè stato controllato dalla polizia stradale e dalla polizia ferroviaria. Il dispositivo è stato inoltre integrato dal personale della polizia locale di Vicenza, che ha garantito gli spostamenti lungo la viabilità cittadina di tutti gli spettatori che hanno raggiunto lo stadio, mentre all’interno del Menti sono stati impiegati un centinaio di steward per le attività di loro competenza.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button