Breaking News

Marano, nuove risorse al Progetto per neo genitori

Marano Vicentino – La gravidanza, la nascita di un figlio e la sua crescita sono esperienze forti, che cambiano la vita di una coppia e la mettono di fronte a situazioni che possono non essere così facili da affrontare, senza una adeguata preparazione. Ed è proprio con l’intento di offrire un aiuto che il settore sociale del Comune di Marano ha predisposto il progetto Neo mamme e neo papà.

Si tratta un percorso di sostegno e accompagnamento alla gestazione, al parto e alla crescita del proprio bambino, che sarà attivato anche nel 2018, dopo il buon successo dello scorso anno. La continuità del progetto è garantita anche grazie alla rinuncia, da parte del presidente del consiglio comunale di Marano, Antonio Centomo, dell’indennità per la carica, pari a 2.478 euro, che rientrano così nel bilancio corrente e saranno destinati al progetto, come da delibera comunale.

Una decisione, quella di devolvere l’indennità a progetti sul territorio, che avrà una continuità e che ogni anno individuerà progetti diversi ai quali destinare la cifra. Nel 2018 la scelta è caduta sul Progetto neo mamme e neo papà, considerato il ruolo centrale che l’amministrazione comunale dedica alle politiche familiari, “attraverso – ha spiegato l’assessore ai servizi alla persona e alla famiglia, Paola Sbalchiero – la realizzazione di un insieme di interventi finalizzati a rispondere ai bisogni delle famiglie, tenendo in debito conto dell’attuale complessità del contesto sociale nel quale si trovano”.

L’attenzione è rivolta alla famiglia nel suo complesso, ma anche ai suoi singoli componenti e alle loro fragilità, offrendo un servizio di sostegno e di educazione alle nuove famiglie in collaborazione con la cooperativa La grande quercia. Obiettivo del progetto è proprio quello di aiutare le neo mamme e i neo papà ad affrontare e gestire le difficoltà che potrebbero emergere nei primi mesi dopo la nascita di un bambino, offrendo la figura dell’ostetrica a domicilio e in sinergia con realtà territoriali già attive sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *