Vicenzavicenzareport

Lovato Gas, Regione e Gruppo Landi soddisfatti

Cavriago – “Il Gruppo Landi Renzo esprime piena soddisfazione per l’intesa raggiunta con le organizzazioni sindacali e intende ringraziare l’assessore alle politiche dell’istruzione, della formazione e del lavoro della Regione Veneto, Elena Donazzan, quale controparte istituzionale che ha contribuito attivamente a promuovere un confronto costruttivo tra le diverse parti coinvolte”. Lo scrive in una nota diffusa oggi il gruppo industriale emiliano Landi Renzo, proprietario della vicentina Lovato Gas, per i cui lavoratori, o per lo meno per una  parte significativa di essi, si festeggia oggi la fine di un incubo

“L’accordo – si legge ancora nella nota del gruppo emiliano – conferma la volontà di Landi Renzo di mantenere e tutelare le eccellenze del territorio come Lovato Gas, che diventerà un polo dell’attività commerciale ed un centro di eccellenza nella Ricerca & Sviluppo. In ambito produttivo è prevista la salvaguardia di una linea dedicata ai riduttori Gpl, prodotto di punta dell’azienda, che consentirà di rispondere in modo efficace a un mercato Gpl con interessanti prospettive stabili in Europa e nel mercato italiano. Lovato Gas dopo la riorganizzazione conterà complessivamente 23 dipendenti, rispetto ai 90 precedentemente impiegati ed in linea con l’attività che verrà svolta”.

“L’intesa – si legge in conclusione – consente di raggiungere l’importante obiettivo del piano strategico 2018-2022 relativo alla ristrutturazione del gruppo nell’ambito del progetto “Excellence”, andando a ridurre la struttura dei costi e a ridisegnare il footprint produttivo a livello globale, in significativo anticipo rispetto alla tempistica prevista. Prosegue inoltre la fase di rilancio dell’attività del gruppo, sotto la guida della squadra manageriale che, negli scorsi mesi, è stata rafforzata e ha già posto le basi per una crescita del business”.

Soddisfazione anche in Regione del Veneto, dove si parla di un lungo e proficuo confronto che ha portato ad un accordo che garantisce la permanenza produttiva della storica azienda nel territorio vicentino. L’intesa prevede infatti il mantenimento, in un altro sito più adeguato, comunque in provincia di Vicenza, oltre che della struttura commerciale e dell’attività relativa al disegno e allo sviluppo dei prodotti nell’ambito della funzione Research & Development, della linea di produzione Rgj, alla quale saranno adibiti 12 lavoratori di produzione, scongiurando quindi la chiusura dell’intera attività produttiva.

I lavoratori che manterranno il posto di lavoro presso il sito aziendale di Vicenza passano dunque dagli iniziali 11 agli attuali 23. I lavoratori, invece, che non potranno rientrare nel nuovo perimetro aziendale, saranno accompagnati nella ricerca di una nuova ricollocazione lavorativa. “Ringrazio l’azienda e le organizzazioni sindacali – ha detto oggi l’assessore regionale al Lavoro Elena Donazzan – per il senso di responsabilità dimostrato e per il risultato raggiunto. Il mantenimento di parte della produzione ha permesso di ridurre gli esuberi e, soprattutto, di mantenere viva una realtà industriale importante per il territorio. Alla base di questo risultato vi è stato il confronto maturo tra i vertici aziendali e le rappresentanze sindacali, con il supporto delle istituzioni nazionali e territoriali”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button