Breaking News

Feste di fine anno chiuse con un certo ottimismo

Vicenza – E’ stata una Befana diversa e divertente, giovane, bella e giunta a cavallo impersonata da Eva Rodeghiero, quella che ha concluso ieri il periodo delle feste nella nostra città, presso il mercato coperto di Campagna Amica. “È stata una giornata memorabile – hanno commentato Martino Cerantola e Roberto Palù, presidente e direttore di Coldiretti Vicenza, che organizzava l’evento. Nonostante le resistenze iniziali slla location, considerata da molti poco frequentata, ci siamo ricreduti, in quanto fin da subito il riscontro è stato importante”.

Una giornata con la quale si è concluso ufficialmente il periodo delle festività di fine anno, che ha determinato una spesa media di oltre 500 euro a famiglia, tra cibo, viaggi, divertimenti e regali, per un aumento che sfiora il cinque per cento rispetto allo scorso anno. L’aumento delle spese è stato spinto dal ritorno, dopo anni, di un po’ di ottimismo. Sei vicentini su dieci pensano infatti che la situazione economica italiana sarà stabile o migliorerà nel 2018, una percentuale superiore dell’otto per cento rispetto allo scorso anno.

Tra le spese delle feste si registra una ripresa dei viaggi frenati lo scorso anno dall’impatto degli episodi di terrorismo internazionale, ma è aumentato anche il budget destinato all’alimentare ed ai divertimenti e resta sostanzialmente stabile quello per i regali. La spesa è stata assorbita per il 39% dai regali, per il 25% dal cibo, per il 24% dai viaggi e per il 12% dai divertimenti nei musei, al cinema, al teatro, nei concerti o nelle discoteche.

“Auspichiamo – hanno concluso Cerantola e Palù – che prosegua con convinzione il percorso che abbiamo intrapreso e che vede sempre più il consumatore consapevole delle proprie scelte. Non vogliamo un cittadino che acquista prodotti senza chiedere informazioni o senza leggere l’etichetta in quanto questo non risponde ad un criterio di benessere e salute a tavola. Inoltre, vogliamo ascoltare chi si rivolge ai nostri mercati ed ai punti vendita, perché i loro suggerimenti sono preziosi per crescere e continuare a migliorare produzioni ed offerta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *