Breaking News

Apindustria a convegno su Iva e manovra economica

Vicenza – La manovra economica per il 2018 e le novità riguardanti le detrazioni Iva. Sono i temi di cui si parlerà domani pomeriggio, dalle 14 alle 18, in un incontro che si terrà presso la sede di Apindustria Confimi, a Vicenza. “Sarà un pomeriggio intenso – ha commentato Flavio Lorenzin Presidente di Apindustria Confimi Vicenza -, poiché le novità come al solito non mancano”. Apripista sarà il tema della detrazione dell’Iva. Tema che in queste settimane ha messo in fibrillazione aziende grandi e piccole a causa dell’articolo 2 del Dl 50 della scorsa primavera.

Le notizie però sono positive perché dopo i tentativi sfumati con gli emendamenti alla manovra ci ha messo una pezza l’Agenzia delle entrate riconoscendo che la detrazione Iva parte dall’arrivo della fattura, come sostenuto nella denuncia Anc-Confimi presentata lo scorso maggio alla Commissione europea contro la norma interna. Positive anche le misure correttive sullo spesometro, arrivate dopo la burrascosa vicenda dello scorso autunno, nonché le misure di proroga del super e dell’iper ammortamento.

Particolare attenzione sarà dedicata anche alla rivoluzione digitale che eliminerà, da luglio 2018, la scheda carburanti ed introdurrà dal 2019 l’obbligo generalizzato della fatturazione elettronica anche verso i privati. Sfida tutta italiana e molto impegnativa, quest’ultima, che rischia di mettere in crisi molti operatori e che la recente manovra ha imposto coercitivamente accompagnandola da sanzioni pensantissime.

Il tutto accompagnato dall’introduzione di dodici nuovi spesometri dedicate alle sole operazioni da e per l’estero che, evidentemente, non potranno essere gestite con la fatturazione elettronica. A chiudere i lavori una carrellata sulle altre principali novità: semplificazioni Intrastat, tassazione dividendi, bonus pubblicità, bonus ristrutturazioni, energia, bonus giardini, ecc. L’incontro è gratuito per le aziende associate. Relatori saranno Francesco Zuech e Maria Chiara Ronzani dell’Ufficio fiscale dell’Associazione e del Coordinamento nazionale Confimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *