Breaking News

Confindustria Vicenza sbarca a Bruxelles

Vicenza – Confindustria Vicenza sbarca a Bruxelles. La nostra provincia è infatti la terza d’Italia per valore complessivo di export, dietro le metropoli Milano e Torino, e prima per export pro capite. Nei primi nove mesi dell’anno sono infatti già state esportate merci per un valore di 13 miliardi di euro (+5,4% rispetto allo stesso periodo del 2016), confermando una vocazione ai mercati esteri delle imprese vicentine che non ha eguali in Italia. Per questo Confindustria Vicenza ha deciso di espandere i propri confini con il lancio di un servizio dedicato a diminuire il gap che separa le imprese vicentine dall’Europa politica. Si tratta di “Euvi – L’Europa vicina”, desk a supporto delle aziende associate nell’accesso alle opportunità di finanziamento a gestione diretta messe a disposizione dall’Unione Europea.

“In diverse occasioni ho detto avuto modo di affermare come la nostra direttrice tecnica guardi più all’Europa che a Roma – spiega Luciano Vescovi, presidente di Confindustria Vicenza –. Per questo la nostra associazione ha lavorato sodo per aprire questo sportello che intende avvicinare le imprese vicentine al complesso mondo dei programmi europei, assistendole nelle diverse fasi del processo, da una prima attività di orientamento all’individuazione del bando che meglio risponde alle loro esigenze, dalla presentazione della proposta progettuale alla ricerca di partner internazionali per la costituzione del consorzio. L’Europa offre molte opportunità che spesso, per complicazioni burocratiche o scarsa informazione, vengono mancate dalle nostre imprese, ed è un vero peccato. Il nostro ruolo è quello di metterle nelle condizioni di  sfruttare ogni occasione e su questa direzione abbiamo deciso di investire con il progetto Euvi”.

Il servizio prevede infatti un’azione di monitoraggio e informativa sui bandi europei, un’attività di informazione e aggiornamento, l’organizzazione di eventi informativi e formativi sull’accesso ai finanziamenti diretti, l’assistenza nella ricerca di partner internazionali per la costituzione dei consorzi necessari per avere accesso a molti bandi europei (si pensi ad Horizon 2020), un’azione di rappresentanza degli interessi delle imprese presso le istituzioni europee in riferimento a tematiche legislative particolari e a opportunità progettuali.

Euvi supporterà inoltre le aziende nel presentare proposte progettuali, sulla base dell’incrocio tra l’oggetto delle call for proposals e le specializzazioni produttive dell’azienda, e per individuare il partner più idoneo per la redazione e presentazione della proposta progettuale. Questa azione di supporto da parte sarà resa possibile anche dalla collaborazione con la delegazione di Bruxelles di Confindustria, che da anni svolge sul tema un’importante azione di collegamento fra l’Unione Europea e il tessuto manifatturiero italiano. Euvi avrà una persona ad esso interamente dedicata che, tutte le volte che sarà necessario, sarà fisicamente presso gli uffici e le istituzioni di Bruxelles.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *