Breaking News

Arcugnano, un arresto per spaccio di stupefacenti

Arcugnano – Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

 E’ l’accusa con la quale è stato arrestato, nel pomeriggio di ieri, giovedì 4 gennaio, un uomo di 40 anni, di origine marocchina e residente ad Arcugnano, Mwhdi Jaafari.

Mwhdi Jaafari
Mwhdi Jaafari

A stringergli le manette ai polsi sono stati i carabinieri della stazione di Brendola, assieme a loro colleghi della stazione di Altavilla Vicentina, durante uno dei numerosi controlli del territorio di natura preventiva che vengono fatti in questo periodo dai militari dell’Arma in ambito provinciale.

Al controllo dei carabinieri, l’uomo ha dimostrato un certo nervosismo e questo ha indotto i militari ad eseguire una perquisizione personale al termine della quale sono stati trovati due involucri contenenti complessivamente circa dieci grammi di marijuana.

Dalla successiva perquisizione domiciliare sono saltati fuori altri 29 grammi della medesima sostanza, oltre a un bilancino di precisione. Per il marocchino è inevitabilmente scattato l’arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. E’ stato posto ai domiciliari su disposizione del pubblico ministero di turno.

Sempre in merito a reati riguardanti sostanze stupefacenti, da segnalare che, nel pomeriggio di ieri, anche i carabinieri della Tenenza di Dueville sono intervenuti per sospendere la misura alternativa alla detenzione domiciliare nei confronti di P.G., 34enne cittadino italiano di origine padovana, già condannato per reati in materia di sostanze stupefacenti.

L’uomo era stato ammesso a scontare la pena presso la Comunità terapeutica “Il Cedro”, di Caldogno, dove ha però introdotto della sostanza stupefacente violando le prescrizioni. Per questo gli è stata revocata la concessione della detenzione domiciliare ed è stato condotto nel carcere di Vicenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *