Breaking News

Altavilla, 37enne accoltellata dal compagno. Catturato

Altavilla Vicentina – Fatto di sangue nel tardo pomeriggio di ieri, mercoledì 3 gennaio, ad Altavilla Vicentina. E’ successo verso le 17, in un appartamento al numero 44 di  via Verona, dove una donna di 37 anni, di origine moldava, Olesea Talpa, è stata accoltellata dal suo compagno, che subito dopo è fuggito in auto. Sono state una decina le coltellate inferte alla donna, che comunque è riuscita a trascinarsi in strada e a ricevere soccorso da alcuni passanti. Subito trasportata in ospedale, al San Bortolo di Vicenza, la 37enne è ricoverata in condizioni serie, con la ferita più grave ad un polmone, ma non sarebbe comunque in pericolo di vita sebbene abbia davanti a sé un lungo periodo di degenza.

Raffaele Busiello
Raffaele Busiello

L’uomo invece, Raffaele Busiello, un macellaio di 38 anni origine campana, è riuscito non solo a fuggire ma anche a portare con sé la bambina di sei anni, figlia della coppia. Immediato l’avvio delle sue ricerche da parte dei carabinieri, intervenuti sul posto con gli uomini della stazione di Altavilla e, da Vicenza, con il nucleo operativo e quello investigativo. E’ partita così una caccia all’uomo che si è estesa a tutto il territorio nazionale.

Questa mattina infine la svolta, con la cattura dell’uomo, nei pressi di Bagnolo San Vito, nel mantovano. L’uomo è stato individuato da una pattuglia della polizia locale del luogo, che ha notato la vettura impantanata sul ciglio di una strada a fondo chiuso. Grazie all’alert inviato tempestivamente la sera prima dai Carabinieri di Vicenza su tutto il territorio nazionale, l’auto è stata riconosciuta e l’uomo, che si trovava a bordo con la figlia, è stato quindi fermato, con l’ausilio anche dei Carabinieri di Bagnolo, che hanno immediatamente informato i militari di Vicenza.

Sul posto si sono subito recati i carabinieri del nucleo investigativo del Comando provinciale e della Compagnia di Vicenza, che hanno riportato in città Busiello. La bambina era con lui e per fortuna sta bene. Per precauzione è stata accompagnata in ospedale, per controlli, ma sarà presto affidata ad alcuni familiari. Secondo quanto si è appreso, l’uomo ha un’indole violenta, e non sarebbe questa la prima volta che si rende responsabile di maltrattamenti in famiglia.

Arrestato dai carabinieri, Busiello ora si trova in carcere, a Vicenza, accusato di tentato omicidio e sequestro di persona. Il pm della procura berica, Hans Roderich Blattner, che coordina le indagini, nel pomeriggio lo ha interrogato, e Busiello ha scelto di rendere deposizione, confermando sostanzialmente la propria responsabilità nell’efferato fatto di sangue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *