Vicenza, Vivaldi e Bach per il concerto di Natale

Vicenza – E’ in programma per mercoledì 13 dicembre, alle 20,30, alla chiesa di Servi di Piazza Biade, a Vicenza, il tradizionale concerto di natale, offerto alla cittadinanza da Fondazione Cariverona in occasione delle festività di fine anno. Protagonista dell’evento sarà anche quest’anno l’Orchestra del Teatro Olimpico, che si presenta nella veste di piccola orchestra d’archi con Filippo Lama nel ruolo di konzertmeister. Il programma del concerto si focalizza su alcuni sommi compositori dell’epoca barocca, mettendo in qualche modo a confronto la scuola italiana di Corelli e Vivaldi con quella tedesca di Bach e Händel.

S’inizia con il Concerto Grosso in Sol minore “Fatto per la Notte di Natale”, di Arcangelo Corelli. Dedicato a Pietro Ottoboni, nipote del papa Alessandro VIII, questo concerto venne eseguito per la prima volta a Roma, nella notte di Natale del 1690, emozionando i presenti soprattutto con la soave “Pastorale” che chiude il brano.

Si passa poi ad Antonio Vivaldi, con la Sonata in Re minore per due violini e basso continuo, conosciuta come “La Folia”. La serata prosegue con il terzo Concerto brandeburghese in Sol maggiore di Bach, brano celeberrimo, travolgente e non a caso considerato una gemma della letteratura musicale di tutti i tempi. In un tale florilegio di capolavori barocchi non poteva mancare il nome di Georg Friedrich Händel che nell’autunno del 1739, in appena un mese, diede alla luce i dodici “Grand Concertos”. La Oto si cimenterà nel primo, in Sol maggiore.

Per il gran finale, si tornerà a Vivaldi, con il Concerto in La maggiore per archi e basso continuo, che appartiene al lungo elenco dei così detti “Concerti ripieni” attraverso i quali il compositore veneziano indica una strada verso la futura scrittura sinfonica.

Formata dai migliori strumentisti diplomati negli ultimi anni nei Conservatori di musica di tutta Italia, l’Orchestra del Teatro Olimpico è da dieci anni protagonista delle stagioni sinfoniche del Teatro Comunale di Vicenza e di una rassegna estiva a Palazzo Barbarano nella quale si presenta in formazione di piccola orchestra d’archi o di fiati.

La peculiarità di questo ensemble sta nel suo metodo di lavoro, supervisionato dal direttore principale Alexander Lonquich, che si avvale di qualificati tutor tra i quali c’è anche c’è anche il konzertmeister di mercoledì, Filippo Lama, che da oltre trent’anni collabora con importanti orchestre italiane, in particolare con l’Orchestra da Camera di Mantova, sia come violino di spalla che come solista. Il concerto è ad ingresso gratuito, con un coupon che si può ritirare, fino ad esaurimento dei posti disponibili, presso la sede della Oto, a Vicenza (telefono 0444 326598, email: segreteria@orchestraolimpico.it).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *