Vicenza, è festa per i 10 anni del Teatro Comunale

Vicenza – Tre giorni per festeggiare i primi dieci anni di vita e di spettacolo del Teatro Comunale di Vicenza. Prende il via domani, venerdì 8 dicembre, questa serie di eventi per  celebrare la ricorrenza del Comunale, nella tre giorni dell’8, 9 e 10 dicembre, dedicati al pubblico di tutte le età. Tanti spettacoli dunque, sotto il titolo “Buon compleanno Tcvi!”, concepiti in modo innovativo, come un momento celebrativo attento al talento territoriale e alla capacità di fare comunità, per creare un’esperienza partecipata e condivisa fra artisti e spettatori..

Si parte venerdì 8 dicembre, con un evento dedicato alle famiglie e ai bambini; si tratta di “Una notte da detective. I misteri del teatro”, a cura di Anna Zago, di Theama Teatro, spettacolo per bambini dai 6 ai 10 anni, alla scoperta del Teatro Comunale. Gli appuntamenti saranno due, alle 18 e alle 21, con partenza dal Foyer, per un massimo di 120 spettatori ed ogni bambino potrà essere accompagnato al massimo da un adulto, per scoprire cosa succede quando le luci del teatro si spengono.

Sabato 9 dicembre, con “The Great Show”, il fascino del dietro le quinte teatrali sarà proposto invece a tutti gli spettatori, che potranno scoprire i segreti del backstage, della macchina scenica e dei luoghi riservati agli artisti. Tutto questo in una serie di rappresentazioni (previste cinque repliche per gruppi di 50 spettatori, alle 15, alle 17, alle 19 e alle 21, di sabato, e alle 11, di domenica 10 dicembre) a cura degli attori di Stivalaccio Teatro. La serata di sabato 9 dicembre sarà dedicata ai giovani, con un evento live molto atteso, “Panorama X. Special edition decennale Tcvi”, un dj set by Diego Broggio from DB Boulevard, con inizio alle 21, nel Foyer.

Il gran finale sarà domenica 10 dicembre, con una serata di gala in programma alle 20.45, aperta al pubblico, nella quale saranno presentati artisti vicentini e veneti che all’interno del Teatro Comunale operano abitualmente. Ad accogliere gli ospiti all’esterno del Teatro Comunale ci sarà la videoinstallazione “We are water – Noi siamo acqua”, dell’artista Giuseppe La Spada.

L’inizio, in Sala Grande, sarà affidato agli archi dell’Orchestra del Teatro Olimpico, diretti per la serata da Riccardo Fiscato, che proporranno la “Simple Symphony” per orchestra d’archi di Benjamin Britten, mentre la Società del Quartetto di Vicenza, presenterà quattro brani, di Pierre Attaignant, Giovanni Gabrieli, Edward Elgar e Arvo Pärt, eseguiti dalla Schola San Rocco diretta da Francesco Erle. Un concerto dedicato a “Parigi tra Otto e Novecento” sarà invece l’omaggio delle Settimane Musicali al Teatro Olimpico, per un progetto artistico a cura di Giovanni Battista Rigon e Sonig Tchakerian. in programma musiche di Claude Debussy, Gabriel Fauré e Jules Massenet, con interpreti il maestro Rigon al pianoforte, Alfredo Zamarra alla viola e la soprano Eleonora Bellocci.

Di tutt’altro tenore, l’omaggio musicale dedicato al Jazz curato dal direttore artistico di Vicenza Jazz Riccardo Brazzale, che vedrà protagonisti Paolo Birro, pianista vicentino, talento del piano jazz e Glauco Benedetti, poliedrico musicista di basso tuba, che porteranno sul palco una “Ministoria del jazz per tuba e piano”, musica di Duke Ellington. La prosa sarà portata in scena da Giancarlo Marinelli, scrittore e regista, che nella sua performance dal titolo emblematico “10” (10 non è un risultato né un numero né un tempo. E’ un errore. E per questo un miracolo… ci dice l’autore) farà riferimento al suo rapporto personale con il palcoscenico.

La danza, da sempre fiore all’occhiello nella programmazione del Teatro Comunale di Vicenza, sarà rappresentata in modo ironico e scanzonato dal danzatore vicentino Alberto Pretto, in compagnia nei Ballets Trockadero de Montecarlo, dal 2011, che presenterà un solo tratto da “La morte del cigno”, coreografia da Michel Fokine, accompagnato dalla musica dal vivo di Camille Saint-Saëns, eseguita da Giovanni Battista Rigon al pianoforte e Alfredo Zamarra alla viola.

Nati a New York nel 1974 da un gruppo di appassionati di danza che si divertivano a mettere in scena in modo scherzoso il balletto classico tradizionale presentandolo in parodia e en travesti, Les Ballets Trockadero de Monte Carlo, si sono affermati a livello internazionale, accolti ovunque da consenso di critica e di pubblico. La caratteristica principale della Compagnia è quella di essere formata da ballerini (uomini) professionisti che si esibiscono nel repertorio di balletto e di danza moderna, nel pieno rispetto delle regole tradizionali. L’aspetto comico è strepitoso, raggiunto esasperando le caratteristiche tipiche della danza più rigorosa. Il risultato è sempre esilarante e di gran classe.

La serata del 10 dicembre sarà condotta da Elisa Santucci, accompagnata da Ilaria Fantin, musicista e performer vicentina, volto noto al Comunale con la sua rassegna “Musica delle Tradizioni”, mentre la regia è affidata ad Anna Zago di Theama Teatro. Altre info e biglietti sul sul sito del teatro www.tcvi.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *