Vicenza, c’è il Cammino di Pace il primo gennaio

Vicenza – Quest’anno ricorre il 51esimo anniversario della giornata mondiale per la Pace, istituita da Papa Paolo VI, nel lontano 1967. Nell’ambito di questa ricorrenza,  si terrà, il primo gennaio, a Vicenza, il tradizionale Cammino di Pace, quest’anno alla decima edizione, organizzato dalla Pastorale sociale e del lavoro diocesana vicentina ed ancora una volta presieduto dal vescovo, Beniamino Pizziol. Il tema della giornata mondiale, si rifà ai contenuti del messaggio scritto dal Papa per questa giornata “migranti e rifugiati: uomini e donne in cerca di pace”.

A Vicenza, che rimane una città con una forte presenza di immigrati, nel particolare, si vuole sottolineare che, per tutti coloro che vivono la realtà locale, esiste un problema della Pace, intesa anche come salvaguardia della salute e dell’ambiente in cui si vive. Un messaggio che è una provocazione: la Pace pulisce il mondo, partendo appunto dalle realtà locali e da quanto sta sporcando ed inquinando il nostro mondo, ovvero l’inquinamento dell’acqua, l’aria irrespirabile della nostra pianura, le sicurezze nel lavoro, nel risparmio (banche che rubano), nelle varie espressioni del vivere quotidiano. Si possono ancora aggiungere il lavoro precario ed altri giusti diritti calpestati.

All’interno di tutte queste realtà, c’è tanta sporcizia. E il rischio per tutti, è che davanti ad un mondo siffatto, ciascuno butti la sua di spazzatura. Non ci si deve però abituare alla violenza o al disordine; i fatti che accadono, non sono solo un segno del destino. E’ possibile anche decidere diversamente. Il cambiamento dovra’ dunque partire e riguardare anche il nostro stile di vita. La pulizia del mondo, parte appunto dalla pulizia dentro se stessi, dal piccolo, dal quotidiano, dall’ambiente che ci circonda per poi arrivare a rimuovere le cause delle tante violazioni e deviazioni.

La partenza del corteo del Cammino, avverrà per questo dall’ospedale, luogo dove si tenta di curare la persona, alle 15, dell’entrata dell’ospedale di via Rodolfi, a fianco delle fontane, davanti al monoblocco, dove appunto inizierà il cammino silenzioso verso il tempio di San Lorenzo, attraversando dapprima il Parco Querini, contrà Chioare, contrà Porti, con una tappa intermedia in Piazza dei Signori per alcune sottolineature simboliche, ancora contrà del Monte, Corso Palladio, corso Fogazzaro per concludersi poi al tempio di San Lorenzo dai frati che da un paio di mesi custodiscono quella chiesa. Lì, ascolteremo il vescovo Beniamino ed alcune testimonianze volte a lanciare qualche segnale di soccorso e messaggio di speranza.

Pastorale Sociale e del Lavoro Diocesana di Vicenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *