Breaking News

Thiene, i registri degli atti di nascita diventano digitali

Thiene – Più di 60 mila atti di nascita, dal 1871 in avanti, che sono custoditi negli archivi dei servizi demografici di Thiene, verranno convertiti in formato digitale. Questa digitalizzazione dei registri di stato civile, che dovrebbe concludersi nei primi mesi del 2018, renderà molto più rapide ed agevoli le consultazioni da parte del personale dell’ufficio, con un considerevole aumento di efficienza nell’istruttoria delle pratiche.

Il progetto di trasformazione dei documenti è stato avviato dall’amministrazione con la collaborazione di Pasubio Tecnologia srl, nel rispetto delle linee guida introdotte dal codice dell’amministrazione digitale. La scansione e l’indicizzazione dei documenti saranno effettuate da personale della cooperativa sociale Verlata, in affiancamento concordato con il Comune di Thiene.

Tra i vantaggi che la digitalizzazione dei documenti porta con sé c’è quello di rendere efficace ed efficiente la gestione del rilascio dei certificati. Fino ad oggi, infatti, per redigere estratti o copie integrali degli atti c’erano diversi passaggi da compiere. Innanzitutto recuperare l’originale dall’archivio rotante, dopo aver cercato i riferimenti sul registro cartaceo, fotocopiare o prendere visione del documento, poi riporlo, risistemare il registro e, come ultimo step, procedere con il documento finale da stampare.

Con la digitalizzazione, invece, non si dovranno più compiere tutte queste operazioni: sarà possibile accedere alla banca dati direttamente dalla postazione di front office; con un click si potranno visualizzare le informazioni necessarie per poi rilasciare l’estratto o riprodurre la copia integrale da inviare, anche direttamente in posta elettronica certificata con firma digitale, ai numerosi enti (Comuni, Procure della Repubblica, Tribunali, Prefetture), che normalmente richiedono tali certificazioni.

“Rispetto al corpus complessivo degli atti registrati in archivio – ha sottolineato l’assessore ai servizi demografici, Giampi Michelusi – è stata effettuata una selezione, ed è stato scelto di procedere alla digitalizzazione degli atti di nascita. Particolare soddisfazione ci proviene, oltre che dall’essere in linea con le indicazioni di legge sulla conservazione del documento informatico e già predisposto per la firma digitale, dalla significativa e proficua collaborazione con la cooperativa sociale Verlata con l’impiego di persone svantaggiate, che hanno dato un significativo esempio di ottimi risultati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *