Breaking News

Tav a Vicenza, Zaltron (M5S): “Un’opera devastante”

Vicenza – Nella riunione del consiglio comunale di Vicenza, giovedì 14 dicembre, i consiglieri di maggioranza, con il loro voto, hanno deciso di dare il via libera ad un’opera che stravolgerà la città per i prossimi anni. Un’opera devastante per Vicenza, un’opera inutile, che produrrà notevoli danni al nostro territorio e che comporterà costi altissimi. Un prezzo che verrà fatto pagare alla città e a tutti i cittadini. Ancora colate di cemento con nuove strade, viadotti demoliti ed altri costruiti, abbattimenti di edifici (le famose interferenze) quadruplicamento di binari, cantieri aperti per i prossimi sete o otto anni almeno, se non di più.

Liliana Zaltron
Liliana Zaltron

Viene ridisegnata la rete viaria della città, progettato un parcheggio di 500 posti sotto la stazione, quindi nuove strade e parcheggi destinati a favorire l’afflusso di auto verso il centro che aumenteranno la congestione in corrispondenza dei nodi critici. La città sarà sottoposta ad un sistematico peggioramento delle condizioni ambientali per ulteriori rumori, vibrazioni, inquinamento, pesanti cantieri. Quindi peggioramento dell’ ambiente e delle condizioni di vita dei cittadini, della vivibilità.

Interventi pesantissimi che sono stati decisi senza che i cittadini di Vicenza potessero proporre delle alternative ed esprimere il loro parere. La totale mancanza di volontà da parte di questa amministrazione comunale di ascoltare la gente si è vista, ancora una volta, la sera del consiglio comunale, quando non è stato permesso ad alcuni cittadini di intervenire in rappresentanza dei comitati. Per non parlare dello sperpero di risorse economiche; soldi pubblici che potrebbero essere invece  investiti per interventi utili. Questa amministrazione, in scadenza di mandato, lascia alla città una pesantissima eredità , eredità che avremmo fortemente voluto non avere.

Liliana Zaltron – Consigliere comunale Movimento 5 Stelle Vicenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *