Breaking News

Soldi a Trento e Bolzano. Governo ai saldi elettorali?

Venezia – “Ancora un inaccettabile regalo a Trento e Bolzano da parte di un governo ormai ai saldi elettorali, ben consapevole vista anche la nuova legge di quanto possano essere preziosi i voti “speciali” dei futuri deputati di quell’area”. A dirlo l’assessore regionale Gianpaolo Bottacin, che fra le sue deleghe ha anche la specificità di Belluno. “Mentre il luogotenente locale piddino De Menech – aggiunge – si fa immortalare sorridente per aver rinegoziato poco più che le briciole per i territori di confine su una legge che peraltro fu voluta da Calderoli e Brancher, il suo governo ha fatto l’ennesimo pesantissimo cadeau ai nostri vicini di casa, conferendo alle province autonome le competenze in materia di energia elettrica. Vergogna!”.

“Soldi ed energia elettrica gratis a loro – sottolinea Bottacin – mentre per il Veneto si avanza a piccoli passi nonostante il nostro popolo abbia votato in massa il referendum e per Belluno non sia stato battuto nemmeno un colpo. Già quest’anno abbiamo avuto grossi problemi con i nostri vicini a Statuto speciale. L’Adige era in secca, creando grossi problemi per l’agricoltura e anche per gli acquedotti del Veneto, tant’è che per ottenere che il Trentino ci rilasciasse un po’ d’acqua ho dovuto far intervenire il Ministero dell’ambiente e il Dipartimento nazionale della Protezione civile”.

“Con questa novità normativa – conclude l’assessore -, in casi di questo genere, la situazione diventerà ancora più pericolosa in quanto il Trentino Alto Adige ora acquisisce un potere assoluto e pertanto, in caso di scarsità idrica, non avremo più nessuna arma di tutela. Per fortuna ormai questa sciagurata legislatura volge al termine. Il mio auspicio – conclude Bottacin – è che con il governo che verrà, di cui sono certo faremo parte, si possa dare seria attuazione all’autonomia della Regione Veneto e, a caduta, anche alla nostra montagna, certamente più forte all’interno di un Veneto più forte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *