Il polo scolastico di Cusinati San Pietro, a Rosà
Il polo scolastico di Cusinati San Pietro, a Rosà

Rosà, atti osceni in zona scuola. 70enne nei guai

Rosà – Si è conclusa con una denuncia per atti osceni in luogo pubblico a carico di un settantenne residente in un comune dell’alta padovana, l’attività di indagine avviata dalla polizia locale Nordest Vicentino in seguito ad una segnalazione di alcune mamme di alunni che frequentano il plesso scolastico Marco Polo tra Cusinati e San Pietro, a Rosà.

Nel dettaglio, secondo le informazioni raccolte, un pomeriggio di fine ottobre, le mamme avrebbero notato un uomo che stava compiendo degli atti osceni nelle vicinanze della pista ciclabile che porta alla scuola, nell’orario di uscita degli alunni. E così anche il pomeriggio successivo, con la differenza che, quel giorno, una pattuglia del distaccamento di Rosà, è intervenuta riuscendo a fermare e poi ad identificare un uomo, che alla vista degli agenti avrebbe tentato di darsi alla fuga.

Le indagini svolte hanno poi portato, come anticipato in apertura, ad una denuncia, all’autorità giudiziaria, per atti osceni in luogo pubblico, con l’aggravante di averli compiuti in prossimità di un edificio scolastico. In ogni caso, sembrerebbe che, grazie alla prontezza delle mamme, attente alla sicurezza dei ragazzi, nessun alunno abbia assistito alla scena.

E proprio di sicurezza e prevenzione si parlerà lunedì 11 dicembre, dalle 20.45, nella sala consiliare del municipio di Rosà, per la seconda edizione di “Più sicurezza insieme”, un incontro aperto a tutta la cittadinanza, voluto ed organizzato dal sindaco, Paolo Bordignon. Nel corso della serata interverranno il comandante della compagnia dei carabinieri di Bassano, Adriano Fabio Castellari, il comandante della polizia locale del consorzio Nevi, Giovanni Scarpellini, ed il vicecommissario, Thomas Bertoncello, e Isabella Bizzotto, referente del progetto Città Sicura della ditta Traffic Tecnology. Durante l’incontro verranno forniti dati sulle attività svolte e dispensati utili consigli per una maggiore sicurezza, in particolare tre le mura domestiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *