Breaking News
Vicenza - Loggia del Capitaniato

Primarie, bene il risultato per gli indipendentisti

Vicenza – “Arrivano dati importanti dal voto per le primarie del centrosinistra di ieri, a Vicenza. L’affluenza è stata elevata e c’è stata la sconfitta pesante del centralista Bulgarini. I vicentini, come tutti i veneti, confermano dunque la loro naturale propensione per la democrazia diretta, non sottraendosi alle decisioni quando vengono chiamati in causa,come era già accaduto al referendum costituzionale e a quello sull’autonomia”.

Otello Dalla Rosa
Otello Dalla Rosa

E’ il commento del movimento Indipendenza Veneta al risultato del voto di ieri, nella città berica, che ha decretato la candidatura a sindaco per lo schieramento progressista di Otello dalla Rosa, che ha prevalso su Giacomo Possamai e sul vicesindaco uscente Jacopo Bulgarini d’Elci.

Il gruppo indipendentista vicentino sottolinea anche come “proprio alla luce di un’affluenza così elevata non può passare inosservata la ripartizione di oltre l’85% dei voti tra i due candidati che avevano espresso il loro sostegno al referendum sull’autonomia dello scorso 22 ottobre. Tra l’altro – continua Indipendenza Veneta -, salvo riconteggi, la vittoria andrebbe proprio a colui che anche nella campagna per le primarie mai aveva lesinato il suo sostegno alla tematica autonomista, lasciando una percentuale misera a Bulgarini, il quale si è ostinato a ribadire la sua contrarietà al decentramento del potere dallo Stato centrale”.

Vicenza dunque, secondo il movimento, anche in questa occasione avrebbe dimostrato che “gestire le risorse sul territorio è una tematica sentita e necessaria, indipendentemente dal colore politico di appartenenza, proprio perché maggiore autonomia significa responsabilizzare di più gli amministratori. Per questo – continua -, e in attesa di conferme sui candidati apparsi negli ultimi giorni nello schieramento del centrodestra, Indipendenza Veneta Vicenza Città si sente legittimata a proseguire nel dialogo con tutte le forze politiche in campo, forte di una trasversalità che permetterà di fornire il proprio eventuale appoggio alla persona e alle idee più vicine a quanto si riterrà rappresentare il bene per i cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *