Breaking News

Prima neve a Vicenza. Alberi caduti e rallentamenti

Vicenza – “Questa mattina Vicenza si è risvegliata coperta da una coltre bianca che, a poco a poco, si sta sciogliendo con la pioggia che sta scendendo in queste ore. Dall’attivazione del Piano neve fino alla scorsa mezzanotte, i mezzi di Aim Amcps hanno sparso circa 91 tonnellate di sale su oltre 950 chilometri di percorrenza stradale. Nessuna criticità è stata registrata al numero telefonico emergenze (0444955660) pubblicato sul sito di Aim Amcps alla voce Emergenze, a cui si possono segnalare anche oggi reali problemi che riguardino a viabilità e le aree pubbliche”.

Così il Comune di Vicenza, in una nota di questa mattina nella quale fa il punto sulla prima nevicata in città di questo inverno 2017-2018 che si preannuncia piuttosto rigido. Gli uffici comunali berici  spiegano anche che stamane sono arrivate segnalazioni alla centrale operativa della polizia locale e all’Urp, riguardanti  rami, anche di grandi dimensioni, caduti sulle strade per il peso della neve. Non si sono però registrati particolari disagi, e i rami caduti sono stati subito rimossi. Altre segnalazioni sono pervenute con richieste di pulizia dei marciapiedi. Sulle strade, ed è comprensibile, si sono verificati rallentamenti.

“Per tutta la notte – si legge ancora nella nota – secondo quanto previsto dal Piano neve comunale, l’attività di Aim Amcps è proseguita con otto mezzi attrezzati con spargisale e lame, che hanno continuato a liberare la viabilità principale, per complessivi 450 chilometri (dato riferito alle 10.30), mentre ora sono concentrati sulla viabilità secondaria e all’interno dei quartieri. Aim Amcps ha attivato anche il servizio di vendita di sale, al prezzo di 6 euro al sacco, presso la sede di viale Sant’Agostino 152”.

Aim Ambiente, poi, era già operativa con 30 addetti fin dalle 6 di stamane, per liberare gli accessi esterni alle scuole e ai principali edifici pubblici, gli attraversamenti stradali, ponti e percorsi pedonali, sempre secondo quanto previsto dal Piano neve e secondo le priorità in esso stabilite. Aim Ambiente sta coordinando anche il lavoro di una trentina di richiedenti asilo che operano come volontari nelle zone di viale Trento, viale Mazzini e adiacenze e accessi dell’ospedale.

“Per garantire la sicurezza – conclude il Comune di Vicenza -, è indispensabile che anche i cittadini collaborino. Come indicato nel Regolamento di polizia urbana e sulla civica convivenza, i possessori e detentori di edifici la cui facciata è rivolta verso la pubblica via sono chiamati, in particolare, a provvedere alla tempestiva rimozione di tutti i blocchi di neve o di ghiaccio sporgenti dalla loro proprietà sul suolo pubblico, per prevenire ed evitare danni a persone o cose. In questo caso devono segnalare tempestivamente qualsiasi pericolo ai passanti, provvedendo a evidenziare eventuali aree a rischio in attesa dell’intervento pubblico. Inoltre i cittadini sono invitati a sgomberare la neve dai marciapiedi che fronteggiano le proprie case”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *