Breaking News

Pfas, M5S: “Scontro Governo-Regione sconcertante”

Roma – “Ormai questa vicenda sta assumendo contorni talmente assurdi che è difficile capire se vi sia della malafede o se il livello d’incompetenza sia molto elevato”. Così la deputata del Movimento 5 Stelle Silvia Benedetti commenta lo scontro in atto tra il governo centrale e la Regione Veneto sul tema dei Pfas, uno scontro che si è accentuato in questi giorni sulle procedure per la pulizia del sangue.

“Quando un Ministero invia i Nas a verificare l’operato di una Regione – sottolinea la deputata – è evidente che la misura è colma. Quando poi, oggetto della vicenda, è una questione che riguarda la salute di decine di migliaia di cittadini non si può che rimanere sconcertati. Come cittadini veneti, ancor prima che come forza politica, siamo stanchi di assistere a questo scontro politicoche alimenta l’incertezza nella collettività su un problema molto grave. Il Pd e la Lega si stanno comportando come i peggiori mamma e papà che, mentre il figlio sta male, litigano tra di loro per decidere chi ne ha la responsabilità finendo per abbandonare al proprio destino il bimbo”.

“Sui percorsi di plasmaferesi e di scambio plasmatico – continua la Benedetti – ci siamo sempre affiancati ai dubbi e alle perplessità dei genitori della zona rossa, che si chiedevano come si potesse far fare da cavie a dei ragazzi, con l’assoluta incertezza sugli esiti di queste procedure. Su una problematica così seria è assolutamente necessaria la massima disponibilità e collaborazione tra tutti gli enti coinvolti, affinché si possano ottenere nel minor tempo possibile i risultati più efficaci per il bene dei cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *