Pedemontana, 13 miliardi sulle spalle dei veneti?

Roma – “Zaia ha annunciato con soddisfazione la chiusura del collocamento dei bond da parte di JP Morgan per il finanziamento privato della Pedemontana Veneta. Ma c’è poco da essere soddisfatti se si pensa che a fronte di un investimento, da parte del privato, di un miliardo e mezzo di euro, graveranno sulle spalle dei cittadini, per 39 lunghi anni, più di 13 miliardi. Conti alla mano, il terzo atto convenzionale approvato dalla giunta regionale lo scorso maggio obbliga la Regione a garantire al concessionario un utile di 12,1 miliardi di euro. Dunque, il privato investe un miliardo e mezzo e ne guadagna otto volte tanto sulle spalle dei cittadini veneti. Ma non finisce qui, perchè i cittadini dovranno farsi carico anche dei pedaggi mancanti, gonfiati nelle stime iniziali, per i quali ad occhio e croce si arriva a quasi tre miliardi”.

E’ quanto scrive in una nota diffusa oggi il senatore veneto del Movimento 5 Stelle Enrico Cappelletti, che non manca di ricordare che “il project financing si è rivelato un imbroglio legalizzato. L’opera – conclude Cappelletti – doveva essere realizzata con prevalenza di capitale privato a fronte di un contributo pubblico, ma l’ente pubblico assumendosi ogni rischio d’impresa si è fatto carico dell’intera opera, sin dall’inizio, ed a pagarne lo scotto sono sempre i contribuenti veneti”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *