Breaking News
L'America's Cup Building di Valencia, edificio progettato dall'architetto David Chipperfield
L'America's Cup Building di Valencia, edificio progettato dall'architetto David Chipperfield

Vicenza, grande architettura in mostra in Basilica

Vicenza – A dodici anni dall’ultima mostra organizzata, l’architettura contemporanea sarà di nuovo protagonista in Basilica Palladiana. Dall’11 maggio al 2 settembre 2018 infatti, il monumento simbolo di Vicenza, che attualmente ospita “Van Gogh. Tra il cielo e il grano”, farà da cornice ad una esposizione dedicata a David Chipperfield Architects con progetti sviluppati dagli uffici di Londra, Berlino, Milano e Shanghai.

Le ragioni che hanno portato il Comune e l’associazione culturale Abacoarchitettura a scegliere David Chipperfield Architects come interpreti del ritorno della grande architettura contemporanea internazionale in Basilica, risiedono anzitutto nella volontà di riaffermare il ruolo dell’architettura come disciplina in grado di coniugare ricerca artistica e valori sociali.

“L’ultima mostra su questo tema – ha spiegato il vicesindaco e assessore alla crescita ,Jacopo Bulgarini d’Elci -, sempre confezionata da Abacoarchitettura, è stata dedicata al duo giapponese Kazuyo Sejima/Ryue Nishizawa e risale al 2006. Poi la Basilica ha subito dei restauri che l’hanno portata, negli ultimi anni, ad una diversa gestione rispetto al passato, rendendola un monumento animato e vissuto in una logica più completa e profonda di quanto accadeva prima, capace di ospitare diverse mostre dedicate all’arte contemporanea e al mondo dell’illustrazione”.

“Il ritorno di una mostra dedicata all’architettura – ha proseguito – ha un particolare significato, dal momento che Vicenza è una delle più grandi città di architettura su scala internazionale, una città globale dell’architettura in cui tanto si è fatto in questi anni, non da ultimo il Premio Dedalo Minosse. Tornare in un luogo così significativo per la nostra città, quale la Basilica, è anche il modo migliore per ricominciare un percorso: mi piacerebbe che questa che stiamo presentando non fosse una esposizione occasionale ma la prima di una serie di progetti che saranno sviluppati nel corso del tempo”.

La mostra vicentina, che aprirà i battenti poco prima dell’inaugurazione della XVI Biennale di Architettura di Venezia, curata dagli architetti irlandesi Yvonne Farrell e Shelley McNamara, verrà presentata il prossimo gennaio in città alla presenza dell’architetto David Chipperfield.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *