Breaking News

Espulso torna in Italia. Arrestato a Monteviale

Monteviale – Ha scontato una condanna di quattro anni e otto mesi nel carcere di Vicenza per reati legati agli stupefacenti e poi, nel febbraio 2015, Altin Xibraku è stato accompagnato alla frontiera aerea dell’aeroporto di Venezia, dove un volo diretto a Tirana, l’ha riportato a casa. Questo in esecuzione di una sentenza che disponeva l’espulsione dal territorio nazionale, con divieto di rientrare in Italia prima di cinque anni.

Altin Xibraku
Altin Xibraku

Ma Xibraku, cittadino albanese di 37 anni, non ce l’ha fatta a restare lontano dal nostro paese. Ieri sera è stato infatti pizzicato a Monteviale da una pattuglia della compagnia di carabinieri di Valdagno ed ora sarà di nuovo espulso. I militari erano impegnati in un servizio di controllo del territorio quando hanno notato una Toyota Yaris, con a bordo tre persone, che, alla vista dei carabinieri, si è allontanata. Poco dopo, però, i carabinieri hanno incrociato di nuovo l’utilitaria. Questa volta, nell’abitacolo c’era solo il conducente, che è stato fermato e controllato.

Un paio di guanti di lattice sotto il sedile di guida e il nervosismo ingiustificato dell’automobilista hanno spinto gli uomini dell’arma ad eseguire più approfonditi controlli, che hanno previsto anche l’interrogazione della banca dati delle forze di polizia. Gli accertamenti hanno così permesso di scoprire che l’uomo era stato espulso e che non si sarebbe dovuto trovare in Italia.

Il 37enne è stato quindi arrestato e trattenuto nella camera di sicurezza della compagnia dei carabinieri di Valdagno. Questa mattina, al termine dell’udienza di convalida al Tribunale di Vicenza, il giudice ha convalidato l’arresto ed ha condannato Xibraku ad otto mesi di reclusione. Pena che è stata sostituita con l’espulsione immediata dal territorio nazionale per cinque anni. Per questo, domani mattina sarà di nuovo imbarcato su un volo internazionale diretto in Albania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *