Breaking News

Lonigo, tre in manette per il furto di energia

Lonigo – Una richiesta di intervento inoltrata ai carabinieri, dopo la scoperta di un contatore dell’energia elettrica manomesso a Lonigo, ha portato all’arresto di tre cittadini extracomunitari, irregolari in Italia e pregiudicati per reati vari.

I fatti si sono svolti nel primo pomeriggio di ieri, giovedì 14 dicembre, quando i militari della stazione di Lonigo, su richiesta dei tecnici di Enel Energia, hanno eseguito dei controlli in una abitazione di via Macello, dove, come detto sopra, un contatore risultava essere stato alterato.

La pattuglia dei carabinieri, che ha raggiunto la casa indicata assieme ad alcuni agenti di polizia locale, ha constatato che, in uno degli appartamenti dell’edificio indicato erano presenti tre uomini di nazionalità marocchina, e che, nei locali dell’abitazione era stato installato un contatore che non si sarebbe dovuto trovare lì, visto che risultava essere stato rimosso dalla sua collocazione originaria.

Ulteriori accertamenti hanno permesso di identificare i tre in Lahoucine Azergui, di 47 anni, Said Outladi, di 31, e Kabil Oussama, di 23, ed hanno portato anche ad appurare che l’appartamento era stato da loro occupato senza alcun titolo, visto che l’abitazione risulta essere di proprietà di una coppia di coniugi stranieri, da diverso tempo irreperibile.

Il terzetto è stato così arrestato in flagranza con l’accusa di furto aggravato di energia elettrica e accompagnato nelle camere di sicurezza della compagnia dei carabinieri di Thiene e della tenenza di Dueville, in attesa della celebrazione dell’udienza di convalida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *