Breaking News

La guerra in Afghanistan in scena ad Arzignano

Arzignano – Tutti i soldati che perdono la vita durante una guerra sono figli di qualcuno, ovvero non sono numeri, ma esistenze che si perdono. E il Teatro Mattarello di Arzignano li ricorda con lo spettacolo “Mio eroe”, di e con Giuliana Musso, che racconta la guerra in Afghanistan attraverso il dolore straziante di una madre dinanzi alla perdita di un figlio ammazzato durante una “missione di pace”. La drammaturgia è costruita sulle storie di alcuni dei 53 militari italiani caduti in Afghanistan durante la missione Isaf (International Security Assistance Force), condotta dalla Nato per sostenere il governo di Kabul nella lotta contro i talebani, tra il 2001 e il 2014.

L’appuntamento è per questa sera, giovedì 14 dicembre, alle 21, per un’opera narrativa di crudo e scioccante realismo, che indaga l’atrocità della guerra e la sua assurdità, tra disastri annunciati e responsabilità della politica. Lo spettacolo, che nasce dall’esigenza di dare chiavi di lettura e strumenti di interpretazione di una realtà sempre più complessa, è promosso dal Comune di Arzignano, assessorato alla cultura, con la consulenza artistica di Theama Teatro. “Mio eroe” affronta il tema della guerra contemporanea mettendo in luce le tante sfaccettature e ripercussioni di un conflitto politico, ma soprattutto sociale, che non è mai cessato.

Giuliana Musso, attrice, ricercatrice, autrice, vincitrice di vari premi importanti, è tra le maggiori esponenti del teatro di narrazione e d’indagine, un teatro che si colloca al confine con il giornalismo d’inchiesta, tra l’indagine e la poesia, la denuncia e la comicità. Tra i suoi lavori: una trilogia sui “fondamentali” della vita, “Nati in casa”, “Sexmachine” e “Tanti Saluti” (nascita, sesso e morte); “La Fabbrica dei preti” (sulla vita e la formazione nei seminari italiani prima del Concilio vaticano secondo); “La Base” (sulla costruzione della base militare Usa a Vicenza).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *