Breaking News
Venezia, Palazzo Balbi, sede della Giunta regionale - Foto: Alma Pater (CC)
Venezia, Palazzo Balbi, sede della Giunta regionale - Foto: Alma Pater (CC)

Fusioni tra comuni, Forcolin: “Continueranno”

Venezia – “Sono certo che l’esercizio della democrazia, che in questo caso è stato messo in pratica con la consultazione popolare, darà modo, anche alle amministrazioni comunali che non hanno raggiunto i risultati sperati, di lavorare per far maturare queste opportunità che evidentemente non sono state in grado di far cogliere e conoscere ai cittadini votanti. Non sempre nell’immediato i risultati sono in linea con quanto vorrebbe la politica, ma sicuramente questi Sindaci potranno ancora approfondire in maniera costruttiva questi temi per il bene dei loro territori”.

Gianluca Forcolin
Gianluca Forcolin

Così il vicepresidente della Regione Gianluca Forcolin, commentando i risultati di domenica scorsa, giornata in cui si sono tenute in Veneto cinque consultazioni referendarie per la fusioni di comuni esistenti. Sono stati interessati oltre 28 mila elettori e si sono recati alle urne complessivamente 11.614 votanti. Le consultazioni hanno dato esito positivo per l’istituzione dei nuovi comuni: Barbarano-Mossano, nel vicentino, per la fusione dei comuni di Barbarano e Mossano, e Quattroville, nel padovano, per la fusione dei comuni di Medaglino San Fidenzio, Medaglino San Vitale, Saletto e Santa Margherita d’Adige.

Acquisito l’esito del voto popolare, sarà ora il consiglio regionale a dover approvare la legge di istituzione dei nuovi enti, che farà passare il numero dei comuni in Veneto dagli attuali 575 a 571. “Il percorso che la Regione sta fornendo agli enti locali per supportare i processi di fusione che nascono sul territorio – ha concluso Forcolin – registra quindi un nuovo passo avanti e proseguirà anche nel corso del 2018 con gli strumenti di incentivazione amministrativa ed economica che la giunta adotterà, a seguito della approvazione del prossimo bilancio regionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *