Breaking News
Il Junior Balletto di Toscana porta in scena a Vicenza “Bella Addormentata” (Foto di Marco Caselli)
Il Junior Balletto di Toscana porta in scena a Vicenza “Bella Addormentata” (Foto di Marco Caselli)

Danza, “Bella addormentata” al Comunale di Vicenza

Vicenza – Danza ancora protagonista al Teatro Comunale di Vicenza, con il debutto il nuovo lavoro del Junior Balletto di Toscana che porterà in scena, sabato 16 dicembre alle 20.45 e domenica 17 dicembre alle 18,  “Bella addormentata”, con drammaturgia e coreografia di Diego Tortelli.  La compagnia è un ensemble talentuoso di giovani danzatori, guidati da Cristina Bozzolini, che ne cura la direzione artistica. Porterà a Vicenza, in prima regionale, questa nuova produzione che rivisita uno dei capisaldi del balletto tardo ottocentesco, con musica di Tchaikovsky.

Lo spettacolo partecipa al Progetto Danza in Rete, realizzato con il contributo della Camera di commercio di Vicenza, che interviene da questa stagione con uno speciale sostegno economico alle attività culturali realizzate in partnership. Non mancherà una introduzione al balletto, nell’Incontro con la danza al Ridotto, che abitualmente precede lo spettacolo. Lo condurrà Silvia Poletti giornalista, critico ed esperto di danza, sia sabato alle 20 che domenica alle 17.  La Paoletti spiegherà agli spettatori i cambiamenti rispetto alla celebre fiaba di Perrault, su cui si basa il libretto del balletto, la nuova ambientazione e i personaggi insoliti di questa versione.

Con “Bella Addormentata” (senza l’articolo La, presente invece nel titolo dell’originale), il Junior Balletto di Toscana continua il progetto artistico che lo contraddistingue, ovvero la volontà di far sperimentare i processi creativi e di lavoro a giovani danzatori che si affacciano al professionismo. Si tratta di una sfida ardua, per un titolo che fu definito da Nureyev “il balletto dei balletti”. La versione che sarà proposta a Vicenza è ambientata nelle strade frenetiche di una metropoli qualsiasi, dove tutti corrono, alla ricerca di non si sa bene cosa.

“Il giovane coreografo Tortelli – spiegano gli organizzatori -, rifugge dal rischio di emulazioni, ascoltando solo se stesso come creatore. E così il tema diventa l’aspirazione ideale ad un mondo perfetto contro il caos e le incongruenze della realtà. Questa nuova interpretazione del balletto classico rappresenta l’ispirazione come ricerca di nuove strade, ed è nella sintesi felice e riuscita tra movimenti coreografici, a tratti guizzanti ed energetici, a volte suadenti e sensuali, e la straordinaria partitura di Tchaikovsky (sono presenti le pagine sinfoniche più chiaramente ispirate all’idea del fantastico) che emerge il senso profondo del nuovo lavoro, una favola moderna, una storia del nostro tempo in cui solo la liberazione dalle ossessioni può permettere al giovane artista di colmare il vuoto con parole, incontri e sensazioni e liberare finalmente la sua creatività”.

Sul palcoscenico del Teatro Cpomunale di Vicenza si esibiranno sedici danzatori. Nei ruoli principali Matilde Di Ciolo (Aurora), Roberto Doveri (Poeta), Veronica Galdo (Fidanzata), Martino Biagi (Carabosse). Per le due date restano ancora dei biglietti che si possono acquistare alla biglietteria del teatro, anche un’ora prima degli spettacoli, in tutte le filiali di Intesa Sanpaolo ex Banca Popolare di Vicenza, con la App Tcvi e sul sito www.tcvi.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *