Breaking News

Basket, alla VelcoFin Vicenza il derby con Marghera

Vicenza – La VelcoFin Vicenza ha chiuso il 2017 in bellezza, con una vittoria casalinga, per 55-46, contro le biancoblù del Giants Basket Marghera. Un derby veneto, andato in scena ieri al PalaGoldoni, e valido per la tredicesima giornata di andata di serie A2, che la truppa di coach Jonata Chimenti è riuscita a fare suo grazie alla particolare attenzione e alla concentrazione messi in campo.

L’inizio della partita è avaro di emozioni. Anche se non brilla, la VelcoFin riesce a lasciare a bocca asciutta le ospiti e a costruire il 7-0 di metà quarto, firmato da Ferri, Brcaninovic e Mingardo. Sul 9-2, in men che non si dica e complice il pressing di Marghera, le biancorosse sciupano possessi a ripetizione, Llorente ne mette cinque di fila, Granzotto aggiunge e Toffolo completa lo 0-9, che vale il primo vantaggio esterno, 9-11. Un canestro per parte e il primo periodo va in archivio con il risultato di 11-13.

Marghera allunga fino all’11-20. A spezzare il digiuno di marcature di Vicenza ci pensa Brcaninovic. La sua tripla apre la strada all’11-0 biancorosso, completato da Stoppa, abile nello sfruttare la linea di fondo, e da quattro punti di Mingardo che libera il suo atletismo in contropiede, 22-20. Due personali di Pieropan, il canestro di Pastrello e l’1/2 di Monaco spediscono le squadre negli spogliatoi quando il tabellone recita 23-24.

Sono le biancoblù, ad inizio della terza frazione, a piazzare un altro strappo, che vale il nuovo sorpasso ospite, 23-31. Ancora cinque punti di Toffolo, intervallati dalle realizzazioni di Ferri, Brcaninovic e Stoppa, e Marghera è sempre avanti, 29-36, con Vicenza incapace di dare una svolta alla partita. Ma i primi segnali positivi sono in vista: Stoppa, Federica Destro dall’arco, un passo e tiro e due triple di Brcaninovic (8 punti di fila per la bosniaca) e il piazzato di Stoppa, fanno sì che la VelcoFin chiuda in testa, 44-37, il periodo.

La VelcoFin è quasi in controllo, la fiducia cresce e le disattenzioni diminuiscono: il team guidato da Paolo Seletti accorcia sino al -7 in due occasioni (48-41 al sesto minuto e, 90 secondi più tardi, 50-43). Vicenza tocca anche il +10, 53-43, e poi molla un po’ le redini. Le biancoblù recuperano terreno, ma i secondi scorrono in fretta e al PalaGoldoni sono le biancorosse a festeggiare.

Vicenza: Destro M., Monaco 3, Mingardo 7, Destro F. 4, Stoppa 12, Gamba, Ferri 6, Brcaninovic 23, Santarelli, Zanetti, Pizzolato, Maculan ne

Marghera: Fiorin, Toffolo 17, Castria, Granzotto 6, Cecili 2, Pastrello 2, Giordano ne, Biancat Marchet ne, Pieropan 7, Furlani, Llorente 12

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *