Contropiede solitario di Anderson. Per la guardia statunitense 18 punti nella gara contro Salamanca
Contropiede solitario di Anderson. Per la guardia statunitense 18 punti nella gara contro Salamanca

Basket, Schio non fa sconti. Salamanca è battuto

Schio – Il Beretta Famila Schio ha chiuso, ieri sera, con una bella e importante vittoria, 60-50 contro le spagnole della Perfumerias Avenida Salamanca, il girone di andata di Eurolega. Bella, perché, a parte qualche svarione, le scledensi hanno mostrato davvero un bel basket, ma soprattutto importante, visto che ha fatto recuperare un paio di posizione in classifica alle scledensi, attualmente terze nel gruppo B. La partita, iniziata alle 20.30, al PalaRomare, ha segnato anche l’esordio in maglia arancione di Zofia Hruscakova. Per l’ala slovacca 2 punti in 17 minuti sul parquet.

Per quanto riguarda il match, la partenza di Schio è zoppicante e, al secondo minuto, complici due palloni regalati alle avversarie ed un “rigore” sbagliato è già sotto di 6, 0-6. Questo inizio sembra presagire una gara tutta in salita per le arancioni, ma non è così. Le ragazze di coach Vincent trovano in fretta le contromisure per rispondere alle biancoblù e ribaltano il risultato con Anderson, Zandalasini e Miyem, 9-6. Sul 12-8, il Beretta si fa riacciuffare, 12-12, ma una piazzato di Macchi consente alle scledensi di chiudere il quarto in testa, 14-12.

In apertura di secondo parziale Anderson colpisce a ripetizione da tre e Schio sfiora la doppia cifra di vantaggio, 23-14. Le spagnole non si fanno intimidire dall’agonismo delle padrone di casa e recuperano terreno fino al 26-21, quando il Famila sale in cattedra e piazza un paio di giocate di buona fattura, che sono ossigeno puro, 28-21. Il 30-21 dell’ottavo minuto è firmato dal nuovo acquisto Hruscakova, al suo secondo tentativo in questa partita. In chiusura di periodo la tripla di Givens riavvicina le due formazioni, 31-24.

Nella ripresa il Beretta pigia sull’acceleratore e colpisce con Zandalasini, Dotto e Miyem, per il 40-24. A rompere il digiuno di Salamanca, che ancora non ha fatto avanzare il tabellone, ci pensa Gil, 42-28, ma le padrone di casa riprendono il filo del discorso e rimpolpano il loro vantaggio, 46-28. Un distacco che cala un po’ nei minuti che rimangono ma che, alla terza sirena, rimane comunque consistente, 47-31.

Nell’ultimo e decisivo periodo Salamanca alza l’intensità difensiva. Schio subisce questa pressione, perde lucidità e terreno, 53-43. Un inutile e dannoso fallo antisportivo di Dotto dà alle biancoblù la possibilità di assottigliare il divario. Occasione che le ragazze di coach Miguel Ortega non si fanno certo sfuggire, 53-46. Un altro errore del Famila e Salamanca accorcia ancora, 53-48. Sul 55-50, Dotto si fa perdonare l’errore precedente con una bella azione personale, che assieme alla tripla di Anderson vale il + 10 arancione, 60-50, punteggio che chiude la gara.

Schio: Yacoubou 5, Gatti, Miyem 11, Tagliamento, Anderson 18, Masciadri , Hruscakova 2, Zandalasini 14, Ngo Ndjock ne, Dotto 8, Macchi 2

Salamanca: Robinson 4, Elonu 11, Nicholls 2, Mestdagh 2, Dominguez 9, Quevedo ne, Asurmendi, De Souza 2, Gil 8, Givens 12, Moss ne

Ecco gli altri risultati della settima giornata:

  • Ummc Ekaterinburg – Blma 100-46
  • Nadezhda – Yakin Dogu Universitesi 76-81
  • Fenerbahce – Wisla Can Pack 87-78

Classifica: Yakin Dogu Universitesi 13,Ummc Ekaterinburg, Famila Schio e Fenerbahce 12, Perfumerias Avenida 11, Wisla Can Pack, Nadezhda e Blma 8

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *