Basket, il Famila Schio passeggia a Broni

Broni – Larga vittoria del Famila Wuber Schio che ieri, in terra lombarda, ha spazzato via, con il punteggio di 48-82, la Pallacanestro femminile Broni 93 nella nona ed ultima giornata di andata del 87esimo campionato di basket femminile di serie A1. Al PalaBrera la partita non è mai stata in discussione: dopo l’iniziale vantaggio delle padrone di casa le ospiti hanno preso in mano le redini della gara e le hanno tenute ben salde fino al fischio finale.

Per quanto riguarda la cronaca, al piazzato di Moroni, che apre la contesa, 2-0, Schio risponde con un parziale di 8-0, 2-8. La conclusone vincente di Wojta riduce lo svantaggio, 4-8, ma le arancioni rispondono con un altro break, di 7-0, che vale il 4-15. È ancora Wojta ad andare a segno per le biancoverdi, 6-15, ma gli sforzi della guardia americana, vengono annullati dalle soluzioni che il Famila riesce a trovare con facilità, 6-19, e alla prima sirena il passivo di Broni è già in doppia cifra 10-21.

Schio prosegue la sua marcia e ben presto doppia le pavesi, 15-30. C’è da dire che le lombarde tentano di arginare la vitalità offensiva delle avversarie, ma spesso i loro interventi non sono regolari e, quando sul cronometro rimangono più di 5 minuti da giocare hanno già esaurito il bonus. Sotto canestro Yacoubou è una certezza: se non riesce subito a trasformare in punti sonanti i passaggi delle compagne, è perché viene fermata in maniera fallosa e, dalla linea dei liberi, la lunga franco beninese non fa sconti, 16-41. Dopo il centro di Masciadri, 16-43, le biancoverdi vanno a bersaglio con Premasunac e Ravelli, per il 20-43 di metà gara.

Al ritorno in campo dopo la pausa lunga la partita è molto frizzante e il tabellone avanza veloce. I centri di Moroni e Ravelli portano le pavesi a -20, 25-45, ma Schio riprende ad attaccare con continuità e, trascinata da Zandalasini e Miyem, balza +30, 29-59. Nei sei minuti che restano da giocare nel terzo periodo, Broni combina davvero poco: l’unica nota positiva è il ritorno sul parquet, dopo un lunghissimo stop, di Enrica Pavia. Nel frattempo il Famila prosegue per la sua strada senza distrazioni e senza concedere spazi alle avversarie, 36-70.

La partita non ha davvero più nulla da dire e il bel gioco ne risente: il Famila molla un po’ a presa, pur riuscendo comunque ad ampliare la forbice, 40-80. La tripla di Pavia, 43-80, fa esplodere il PalaBrera, che come detto poc’anzi, è entusiasta per aver riabbracciato la sua capitana. Bonasia e Wojta fanno avanzare il tabellone delle biancoverdi, 48-80, ma l’ultima parola del match è di Macchi, che ruba palla e appoggia al tabellone il canestro del 48-82.

Broni: Moroni 13, Pavia 3, Bonasia 6, Wojta 14, Strozzi ne, Ravelli 6, Castello 2, Baldan, Premasunac 4, Fusari, Gatti, Lee ne

Schio: Yacoubou 21, Gatti, Miyem 16, Tagliamento 3, Anderson 13, Masciadri 8, Zandalasini 6, Ngo Ndjock 2, Dotto 5, Macchi 8

Ecco gli altri risultati della nona giornata:

  • Napoli – Torino 69-59
  • San Martino di Lupari – Vigarano 76-57
  • Ragusa – Battipaglia 100-49
  • Venezia – Lucca 78-73 dts

Classifica: Schio* 16, Lucca*, Venezia* e San Martino di Lupari* 12, Ragusa e Napoli 10, Vigarano e Broni 6, Torino 4, Battipaglia 2 (*= ammesse alle Final Four di Coppa Italia)

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *