mercoledì , 28 Luglio 2021

Basket, derby con Venezia per il Famila Schio

Schio – Ultimo atto di questo 2017 per il torneo italiano di basket femminile. Sabato 23 dicembre è infatti in programma la dodicesima giornata di Gu2to Cup e il Famila Wuber Schio sarà chiamato ad un impegno davvero delicato. Al PalaRomare sono attese le leonesse orogranata dell’Umana Reyer Venezia, per il secondo ed ultimo derby veneto di questo girone di ritorno, in programma alle 20.

Non si può certo dire che le ultime settimane del Famila siano state positive. Tre, infatti, le sconfitte (due in Eurolega ed una in campionato) incassate dalle arancioni in sette giorni. Una striscia negativa iniziata con lo stop casalingo contro le turche dello Yakin Dogu Universitesi, proseguita con la battuta d’arresto al PalaLupe di San Martino di Lupari e con quella di mercoledì nella trasferta ad Istanbul contro Fenerbahce.

E’ certo, quindi, che domani le scledensi saranno pronte a dare battaglia per provare a chiudere l’anno con un sorriso, e anche per mantenere il primo posto in classifica. Con 18 punti, infatti, le ragazze di coach Vincent, sono le prime della classe, ma dietro di loro, a quota 16, ci sono proprio le veneziane, che, tra l’altro, nella gara di andata al PalaTaliercio, si imposero per 74-60 sulle vicentine.

Come il Famila, anche l’Umana, delle ex arancioni Bestagno e Walker, deve fare i conti con il doppio impegno (torneo italiano e coppa europea), ma avendo conquistato già a fine novembre (il 28, per la precisione) il passaggio del turno, nell’ultimo mese la truppa di coach Liberalotto ha potuto concentrare tutte le sue energie solo sul campionato. E dopo lo scivolone a Battipaglia del 26 novembre (75-74), le leonesse hanno inanellato tre successi.

In chiusura gli ultimi aggiornamenti sul caso Hamby-Tikvic (per un resoconto degli eventi, si può cliccare qui). In seguito al ricorso presentato dalla Passalacqua Ragusa, l’iniziale inibizione di tre mesi a carico della giocatrice Dearica Hamby, è stata convertita, dalla corte sportiva d’appello, in una squalifica per quattro gare.

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità