mercoledì , 22 Settembre 2021

Serre per coltivare marijuana in casa. Due arresti

Cartigliano – 4,5 chilogrammi di marijuana essiccata e pronta per essere consumata, una settantina di piante in fase di crescita, attrezzatura e materiale vario per la coltivazione. È quanto è stato sequestrato ieri, nel corso di due diverse perquisizioni in altrettante abitazioni, la prima a Cartigliano e la seconda a Lugo di Vicenza, dai carabinieri del Norm di Bassano del Grappa.

L’operazione si è conclusa con l’arresto dei due uomini, entrambi incensurati, che risiedono nelle due case: si tratta di G.S., impiegato di 30 anni, di Cartigliano, e il 54enne F.B., disoccupato di Lugo, che sono stati accusati di coltivazione di sostanze stupefacenti.

Lo spunto che ha indotto i militari a tenere sotto controllo la casa di Cartigliano è giunto, come già avvenuto altre volte in passato, dall’attività informativa che gli uomini dell’arma svolgono quotidianamente sul territorio. Insomma, dal dialogo diretto con i cittadini, attenti a segnalare cose che secondo la loro sensibilità suonano strane.

In questa circostanza, le indicazioni raccolte hanno portato i carabinieri verso una abitazione di Cartigliano, nella quale verso mezzogiorno di ieri, venerdì 3 novembre, hanno effettuato una perquisizione d’iniziativa. Le verifiche all’interno dei locali hanno portato i militari a scoprire una vera e propria serra attrezzata di tutto punto (con impianto di aerazione e di temporizzazione) per la coltivazione intensiva della marijuana e prodotti specifici per la cura dello stupefacente, come ad esempio un fertilizzante ricavato dalle feci di pipistrello, che, a detta dell’arrestato, sarebbe il miglior concime per le piante.

Oltre all’attrezzatura, i carabinieri hanno sequestrato circa 1,5 chili di marijuana già essiccata, più di 40 piante di diverse varietà, 10 grammi di hashish, un fungo allucinogeno e 990 euro in contanti, in banconote di vario taglio. Inoltre, controllando il cellulare dell’uomo, gli uomini del Norm hanno notato una foto che ritraeva il 30enne davanti ad una serra che non era quella appena scoperta dai militari.

Il certosino lavoro degli operatori ha permesso di risalire all’indirizzo dove questa immagine era stata scattata: l’abitazione di F.B. a Lugo di Vicenza. I carabinieri si sono portati sul posto e, verso le 17, hanno dato il via alla seconda perquisizione. Qui, oltre ad un’altra serra e all’attrezzatura professionale, sono stati trovati 3 chili di marijuana già essiccata e pronta per l’uso e una trentina di piante in fase. Dopo l’arresto il 30enne e il 54enne sono stati posti ai domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.

Ilaria Martini

*****

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità