Sanità, Mdp: “Solidarietà ai medici di base”

Venezia – “Esprimo la mia solidarietà ai medici di base del Veneto rispetto alle farneticazioni del presidente della Quinta commissione regionale, il consigliere Boron. I medici di base, che scioperano solo in questa regione, fanno una battaglia per il diritto alla salute di tutti i cittadini: le politiche socio-sanitarie per il territorio, tanto sbandierate dalla giunta Zaia, finora non si sono ancora viste. Le Medicine di gruppo integrate e gli ospedali di comunità sono previsti dal Piano socio-sanitario approvato nel 2012, ma non sono ancora stati realizzati. Nel frattempo però la Giunta Zaia ha tagliato centinaia di posti letto nelle strutture ospedaliere: insomma, con Zaia la Sanità veneta vede il territorio penalizzato ed è sempre meno accessibile ai cittadini”.

Così il consigliere regionale Piero Ruzzante di Articolo Uno Mdp che ricorda anche come il suo gruppo abbia chiesto l’abolizione del superticket e l’avvio delle Medicine di gruppo e degli ospedali di comunità previsti dalla legge regionale. “Giusto un mese fa – ricorda – ho presentato un’interrogazione alla giunta relativa alla situazione di Padova, dove mancano ancora almeno 165 posti letto a causa della mancata realizzazione degli ospedali di comunità. Non solo, le strutture ospedaliere esistenti soffrono di gravi carenze d’organico: oltre 300, in provincia di Padova, tra infermieri, operatori sociosanitari e amministrativi”.

“Ciononostante – ha concluso Ruzzante -, la giunta Zaia ha scelto di trasferire risorse e personale all’Azienda Zero, a danno del territorio veneto: una conseguenza della riforma delle Ulss a cui mi sono opposto. Parallelamente ho depositato una mozione per chiedere l’abolizione del superticket e permettere a tutti di avere accesso alle cure”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità