Giacomo Possamai con i sindaci dell’hinterland di Vicenza
Giacomo Possamai con i sindaci dell’hinterland di Vicenza

Primarie, Possamai propone la “Grande Vicenza”

Vicenza – “La Grande Vicenza è una realtà e, proprio per questo, ho proposto ai sindaci, qualora fossi eletto, di istituire subito, attraverso analoghe delibere in ogni consiglio comunale, il Coordinamento dei sindaci della Grande Vicenza, che si riunisca con cadenza trimestrale. Ma non solo: anche gli assessori devono lavorare fattivamente tra di loro e, per questo, immagino un coordinamento per materie con appuntamenti bimestrali”. A proporre tutto questo è Giacomo Possamai, candidato alle primarie del 3 dicembre, e lo ha fatto al termine di un incontro con i rappresentanti delle amministrazioni di Costabissara, Caldogno, Bolzano Vicentino, Dueville, Monteviale, Torri di Quartesolo, Grisignano, Longare, Monticello Conte Otto e Quinto Vicentino.

All’incontro ha preso parte anche l’Assessore alla Progettazione Urbana, Antonio Marco Dalla Pozza. Tra i temi trattati, ovviamente, il rapporto tra il capoluogo e i comuni contermini, il sistema dei trasporti pubblici, l’estensione del servizio di bus a chiamata e della rete delle piste ciclabili, la necessità di redigere insieme il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile per ottenere maggiori contributi mirati al finanziamento di azioni d’area a contrasto dell’inquinamento atmosferico. Ovviamente si è parlato anche di opere pubbliche strategiche per un territorio vasto quali, ad esempio, la “Bretella dell’Albera” – Variante alla Provinciale 46.

Nel corso delle quasi due ore d’incontro presso gli uffici elettorali di Giacomo Possamai, inoltre, è emerso anche il tema dei servizi essenziali e della governance delle aziende pubbliche che si occupano, per esempio, di gas e rifiuti. Vicenza ha 115 mila abitanti. I 13 comuni della sua area urbana ne hanno altrettanti. Esiste, in poche parole, una “Vicenza più grande”. Per fare un esempio significativo, rilevato dall’Istat nel 2011, più del 50% dei lavoratori e degli studenti dei Comuni contermini si sposta fuori dal proprio Comune per lavoro. La maggior parte, verso il capoluogo. La qualità dei servizi offerti, quindi, dipende dalla capacità di fare squadra a livello amministrativo. ”

“Un incontro franco – commenta Possamai – dal quale è emersa la comune consapevolezza di quanto importante sia per un territorio, che come il nostro deve in qualche modo ripensarsi per ripartire, fare squadra anche al di là delle specifiche appartenenze politiche. Una buona base di lavoro, centrata sul confronto, che vuole essere il metodo di governo dei prossimi anni. Proprio perché tutto questo non resti un bell’enunciato, la mia proposta è quella di istituzionalizzare i tavoli di confronto attraverso atti concreti e impegnativi votando in tutti i consigli comunali una specifica delibera perché il “sistema” Grande Vicenza possa durare nel tempo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità