Wolfgang Amadeus Mozart, nel ritratto postumo di Barbara Kraft, 1819
Wolfgang Amadeus Mozart, nel ritratto postumo di Barbara Kraft, 1819

Musica e matematica al Pomeriggio tra le Muse

Vicenza – Quinto appuntamento, nel prossimo fine settimana, a Vicenza, per la stagione “Pomeriggio tra le Muse 2017. Affinità Elettive”, alle Gallerie d’Italia Palazzo Leoni Montanari, e sarà un confronto tra musica e pensiero matematico. Per sabato 11 novembre, alle ore 11, è in programma il secondo dei tre Dialoghi interdisciplinari, mentre il giorno successivo, domenica, alle 16,30, ci sarà il concerto, con musiche di Bach e Mozart.

Sabato, assieme a Luca Mosca, compositore e voce nota di RadioTre Rai, e ai musicisti dell’Ensemble Musagète, si dialogherà intorno al tema del rapporto tra musica e pensiero matematico, ispirato al programma di domenica 12 novembre. Si potranno ascoltare esempi musicali e interi brani del programma domenicale, che si dipana attraverso pagine di Johann Sebastian Bach, come la Partita in La minore per flauto solo Bwv 1010 e l’Arte della fuga Bwv 1080, e di Wolfgang Amadeus Mozart, del quale sarà eseguito il Quartetto in Sol maggiore K387.

“Luca Mosca – spiegano gli organizzatori -, che unisce la competenza tecnica del compositore a una coinvolgente verve comunicativa, guiderà il pubblico e gli studenti presenti, del Liceo Pigafetta e dell’Istituto tecnico industriale Rossi, attraverso le affinità che legano musica e matematica, approfondendo l’idea che la forma, in musica e in matematica, è sostanza, e mostrando come la pulizia della forma e la precisione della logica non sono un astratto ideale, ma consentono un’esperienza di bellezza”.

Il programma del concerto di domenica 12 novembre prevede, oltre alle citate opere di Bach e Mozart, anche un brano di rarissimo ascolto. Si tratta del Quartetto concertante per flauto e archi di Johann Baptist Wendling (1723-1797) che aggiunge un tassello alla ormai ricca serie di relazioni tra compositori proposte nei programmi di questa stagione Affinità elettive. Wendling fu infatti un influente flautista e compositore ed ebbe contatti diretti con Mozart, il quale tenne senz’altro conto delle rilevanti innovazioni tecniche e possibilità espressive apportate sul flauto dal maestro della scuola di Mannheim. Per partecipare agli appuntamenti è vivamente consigliata la prenotazione al numero verde 800.578875, attivo dal martedì alla domenica dalle 10 alle 18.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *