Il sottopasso di Rozzampia chiuso due giorni per i lavori di posa della fibra ottica
Il sottopasso di Rozzampia chiuso due giorni per i lavori di posa della fibra ottica

Fibra ottica, si amplia la copertura a Thiene

Thiene – E’ iniziato oggi e proseguirà anche domani un intervento per la posa dei cavidotti per la fibra ottica che interesserà il sottopasso ferroviario del quartiere di Rozzampia, nel Comune di Thiene. Proprio per consentire l’esecuzione di questi lavori, il sottopasso sarà chiuso al traffico veicolare.

Le deviazione saranno possibili, rispettivamente, da via dell’Aeroporto proseguendo verso via Ca’ Magre, via Ca’ da Schio, via Verlata e quindi via Rozzampia oppure da via dell’Aeroporto lungo via Ca’ Magre, via delle Monache, via Ca’ Tonazza e quindi via Rozzampia. Il costo complessivo dell’intero progetto è di circa 155mila euro.

“Rimane alta l’attenzione dell’amministrazione comunale verso le frazioni – ha commentato l’assessore ai lavori pubblici, Andrea Zorzan -. Dopo importanti opere viarie come le piste ciclabili già realizzate negli anni scorsi, viene ora mantenuto l’impegno dell’infrastruttura tecnologica che rende le frazioni più vicine al cuore della città. Il percorso intercetta tutti gli edifici pubblici come la biblioteca civica, l’Avs, la scuola elementare di Rozzampia, il centro polifunzionale di via dell’Aeroporto e Santo. Grazie all’intervento tutti questi stabili potranno offrire servizi e qualità maggiori nelle proprie competenze”.

“Quello che verrà realizzato – ha aggiunto Alberto Samperi, assessore alla sicurezza – è un progetto importante perché premette di collegare direttamente le due frazioni di Rozzampia e Santo e di predisporre il futuro collegamento con Lampertico, unendo così la zona sud di Thiene alla rete telematica cittadina e creando una rete sulla quale si possono sviluppare importanti servizi come la connettività in banda larga per le scuole elementari e la videosorveglianza dei luoghi sensibili dei quartieri con telecamere di ultima generazione collegate direttamente alle centrali operative della polizia locale e dei carabinieri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *