Breaking News

Dalla Rosa: Vicenza città ideale per la bici

Vicenza – “Vicenza è una città delle dimensioni ideali per spostare una parte rilevante del traffico su due ruote. Oggi più dell’80% del traffico cittadino avviene su mezzi a motore, che contribuiscono per il 25% all’inquinamento atmosferico. Queste ed altre idee sono emerse nell’incontro organizzato ieri sera da Vinova, ovvero dal candidato alle primarie del centrosisinistra cittadino in programma per il prossimo 3 dicembre, Otello Dalla Rosa, un incontro “in cui – ha sottolineato il candidato – ho avuto il piacere di confrontarmi con Piero Pellizzaro e Marcello Segato. Il loro contributo è stato fondamentale”.

Otello Dalla Rosa
Otello Dalla Rosa

“E’ stata presentata l’esperienza milanese – ha aggiunto dalla Rosa -, dove già ci sono 16 mila biciclette in bikesharing, e lo sviluppo tecnologico che le due ruote a pedalata assistita stanno avendo. Parliamo di mezzi connessi alla rete, gestiti da un’app per smartphone, con chiave elettronica, addirittura in grado di rilevare i picchi di Co2. Insomma, la bicicletta elettrica è già un mezzo di trasporto universale e ideale per la città. Non servono investimenti enormi, serve prima di tutto un cambiamento culturale e di approccio al tema della mobilità”. Per una “rivoluzione dolce” del trasporto su due ruote secondo Dalla Rosa servono quattro elementi chiave.

  • Trasformare i tanti tronchi di piste ciclabili, spesso non sufficientemente protette e sicure, in un sistema viario alternativo alla strada. Serve connettere le ciclabili immaginando i percorsi utili per raggiungere le normali mete quotidiane: la scuola, il lavoro, l’ospedale, la stazione e così via. Non hanno senso tratti di ciclabile che muoiono nel traffico o in una pericolosa rotatoria.
  • Servono bicipark diffusi, gratuiti e dislocati in numerosi punti chiave della città. Devono essere controllati da telecamere e gestiti con una app sul cellulare. I circa 300 posti attuali non sono assolutamente sufficienti, serve arrivare ad almeno 1500 posti.
  • Il passaggio alla bicicletta, tradizionale o a pedalata assistita, verrà incentivato attraverso contributi una tantum ma anche sull’utilizzo attraverso il park gratuito, l’accesso a zone riservate alle sole biciclette, l’accumulo di “punti” sulla app che daranno diritto a sconti importanti sulle tariffe dei parcheggi di interscambio fuori dal centro per i giorni in cui non si può usare la bicicletta.
  • Impostare una logica condivisa con le altre città capoluogo dell’area metropolitana (Vicenza e Padova innanzitutto), con FS e con Centostazioni e soprattutto con l’università di Padova (oggi a Vicenza abbiamo già 4000 studenti universitari) per attivare un sistema di bikesharing esteso all’intera area metropolitana veneta.

Da segnalare infine che Dalla Rosa sarà impegnato proprio domenica prossima in una pedalata aperta a tutti che partirà alle 9.15 da Piazzale Bologna e si snoderà fino a Polegge, passando per il centro storico, per raccogliere idee, progetti e suggerimenti. L’evento è aperto anche ai più piccoli.

Un commento

  1. Si, peccato che me l’hanno rubata a Vicenza dopo 2 settimane dall’acquisto!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *