Breaking News

Bassano Virtus, è pari con la Sambenedettese

San Benedetto del Tronto – Un punto guadagnato in trasferta, sul campo della Sambenedettese, quest’oggi, per il Bassano Virtus, che quantomeno incrementa seppur di poco la sua classifica e soprattutto torna a muoverla dopo quattro sconfitte consecutive. Certo è però che una vittoria, per uscire dal pariodo di crisi, sarebbe stata assai più effice e c’è rammarico dato che in fondo la squadra veneta avrebbe anche meritato di tornare a casa con l’intera posta, avendo costruito molto ed essendosi procurata le occasioni da gol più importanti della gara.

Il primo tempo è stato vivace e giocato su ritmi alti, con occasioni da ambo le parti. Al quarto minuto i giallorossi rischiano un autogol, quando Bonetto rinvia e il pallone sbatte addosso ad un compagno. Grandi deve intervenire con un certo affanno per evitare l’autorete. Qualche minuto dopo la Samb è di pericolosa con Di Massimo, che non arriva di poco sulla palla lanciata da un compagno. Poi è il Bassano a far paura, prima con Bianchi, e soprattutto, al 28’, con un colpo di testa di Proia, sul quale il portiere marchigiano deve far appello a tutta la sua bravura per respingere.

Si va comunque al riposo sullo 0-0, per una prima frazione di gioco nella quale il Bassano, a conti fatti, è stato più incisivo e determinato, andando anche più vicino al gol. Ed il copione si ripete nella ripresa, nella quale sono ancora i giallorossi a pungere di più. Soprattutto al 53’, quando hanno una ghiotta occasione: dopo un cross di Andreoni la palla potrebbe arrivare ad un ben piazzato Minesso, ma Rapisarda riesce a deviare in corner. Poi è Diop a sfiorare il palo, e sempre Diop al 58’ colpisce bene di testa e Aridità si supera deviando sopra la traversa.

In questa fase è il Bassano a dettare i ritmi della partita: ancora un tiri di Diop va alto di poco, così come avviene per un colpo di testa di Minesso. Nell’ultimo quarto d’ora si fa vedere avanti anche la Sambenedettese, ma il match finisce a reti inviolate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *