Provinciavicenzareport

Ancora violenze familiari a Valdagno

Valdagno – Ancora violenze familiari a Valdagno. A meno di un mese dalla misura cautelare ottenuta ed eseguita dagli uomini del Nucleo investigativo operativo della polizia locale Valle Agno, per un caso di maltrattamenti familiari, gli stessi operatori sono dovuti intervenire nuovamente per un altro caso analogo. E’ successo venerdi scorso, verso le 21 circa, quando gli agenti hanno ricevuto una drammatica richiesta d’aiuto telefonica. Proveniva dall’abitazione di una famiglia residente in città, dove era in atto l’ennessima condotta aggressiva di un uomo 43enne nei confronti della moglie e del figlio maggiore.

All’arrivo degli agenti, la situazione è sembrata subito complicata, con il capo famiglia fortemente alterato dall’abuso di sostanze alcoliche e, benchè ferito a seguito di una colluttazione poco prima avuta con il figlio, risultava esser ancora molto aggressivo e minaccioso nei confronti dei congiunti. Visto quanto stava accadendo, ben cinque operatori, tra poliziotti e personale sanitario del 118 intervenuti sul posto, sono stati costretti a contenere fisicamente con la forza l’uomo, e si è anche reso necessario sedarlo prima del trasporto al pronto soccorso.

Tra l’altro, l’uomo era stato fermato, poche ore prima, mentre era alla guida di un’auto, da una pattuglia della polizia locale in servizio di controllo del territorio. Effettuate le dovute verifiche, lo è risultato in stato d’ebrezza alcolica e per questo gli è stata anche ritirata la patente di guida con tanto di denuncia.

Dopo essere stato curato in ospedale, l’uomo aveva ancora nel sangue un tasso alcolemico di 3 g/l, ossia ben 6 volte quello consentito dalla legge. Date le circostanze, la polizia che intanto era intervenuta, sentito il parere del magistrato di turno, ha applicato all’uomo la misura dell’allontanamento dalla casa familiare. Dopo rapidi accertamenti, è stato ricostruito un quadro fatto di maltrattamenti, violenze fisiche e vessazioni familiari che andava avanti da oltre 20 anni. L’uomo veniva anche denunciato per maltrattamenti in famiglia e minacce aggravate.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button