Breaking News

Vicenza, si è conclusa oggi l’assemblea dell’Anci

Vicenza – Si è chiusa oggi in Fiera, a Vicenza, la 34esima assemblea nazionale annuale di Anci. Per una riunione imprevista del governo, sono saltate questa mattina le presenze di alcuni ministri che dovevano intervenire. Non c’erano dunque Anna Finocchiaro, ministro per il Rapporti con il Parlamento, e Andra Orlando, ministro della Giustizia. Soprattutto però non c’è stata l’attesa chiusura con il ministro dell’Interno Franco Miniti, con il quale sarebbero stati affrontati temi molto sentiti dalla platea degli amministratori locali, come la sicurezza e la questione dei richiedenti asilo.

Comunque sono stati tre giorni importanti per Vicenza, nei quali più di settemila persone hanno visitato i 150 stand allestiti nei locali della Fiera di contorno all’assemblea Anci, e seguito gli oltre 60 tra convegni e conferenze insieme. E poi, 150 giornalisti accreditati, e le presenze del presidente della Repubblica, del presidente del Consiglio, del presidente della Regione, dei presidenti di Provincia riuniti nell’associazione Upi, oltre a vari ministri e sottosegretari.

Tracciando un bilancio, il sindaco di Vicenza, Achille Variati, parla di “un successo sotto tutti i punti di vista”, perche ha raccolto i complimenti dei suoi colleghi amministratori che vi hanno partecipato, per la collaborazione nell’organizzazione del complesso evento e per aver presentato la città e il territorio nel migliore dei modi.

“Negli ultimi anni – ha detto Variati al termine dell’assemblea – ho fatto molte volte la valigia per andare a Roma, per occuparmi del territorio vicentino. In questi giorni sono stati invece i massimi rappresentanti dello Stato ad aver fatto le valigie per raggiungere Vicenza, assieme ai miei colleghi amministratori. Li ringrazio tutti. E’ stata un’esperienza ricca di stimoli per ciascuno di noi. E per Vicenza, che in Fiera ha ospitato il cuore della riflessione politica e amministrativa italiana, un’occasione unica per fare conoscere le sue bellezze ai rappresentanti delle città d’Italia. Senza dimenticare l’indotto economico dell’assemblea, che ha portato consistenti risorse in città e nel territorio, con amministratori che hanno anche deciso di fermarsi per tutto il week-end”.

Positive, per Variati, le riflessioni emerse su temi delicati per le amministrazioni locali, “tessuto connettivo della Repubblica”, come hanno sottolineato sia il presidente Mattarella sia il primo ministro Gentiloni. “Alle massime cariche dello Stato – ha concluso il sindaco – abbiamo chiesto con forza attenzione per le amministrazioni locali, le più vicine ai cittadini di cui devono ascoltare le esigenze e risolvere i problemi ogni giorno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *