Tosetto (Forza Italia): “Basta degrado a Vicenza”

Vicenza – “Le cartacce e le bottiglie lasciate nei weekend dai gruppi di giovinastri maleducati e incivili sulla scalinata di palazzo Chiericati sono niente rispetto al degrado generale in cui è abbandonato il centro storico di Vicenza”. E’ il duro giudizio di Matteo Tosetto, espresso come segretario cittadino di Forza Italia e commentando allarmi che giungono da più parti, soprattutto per quanto riguarda Campo marzo.

Matteo Tosetto
Matteo Tosetto

“Da più di un anno – continua Tosetto – insistiamo sul fatto che Vicenza abbia bisogno al più presto di un progetto per la riqualificazione del centro storico, al quale dovrebbero concorrere settori ben precisi dell’amministrazione comunale: gli assessorati al sociale, alla sicurezza, al commercio, alla cultura e ai lavori pubblici. In un momento come questo, nel quale la città è vetrina internazionale per la mostra su Vincent Van Gogh, è assolutamente controproducente mostrare una faccia trasandata di Vicenza”.

Il segretario di Forza Italia ricorda gli accattoni e i parcheggiatori abusivi nei parcheggi di Santa Corona e Fogazzaro, ma anche al park Cattaneo, dove persone senza dimora stazionano spesso sotto le tettoie delle biglietterie. “Questi parcheggi sono utilizzati anche da molti turisti – mette in evidenza – ed è scandaloso che l’assessorato alla sicurezza non faccia sgomberare queste presenze che concorrono a mostrare una città insicura e dalla presenza amministrativa sciatta, anche con presidi continui di polizia locale o volontari delle associazioni d’arma nei fine settimana”.

“Nell’amministrazione comunale di Vicenza – continua il segretario forzista – sembra che la mano destra non sappia cosa fa la mano sinistra: da una parte si fanno grandi mostre e dall’altra non si riesce neppure a gestire la sicurezza”. Tosetto si riferisce ai borseggi in centro avvenuti la settimana scorsa, ai furti di biciclette, ai muri che vengono lordati da graffitari, fino al continuo proliferare dello spaccio di droga a Campo Marzo e zone limitrofe.

“Ma il degrado – conclude Tosetto – colpisce anche le strutture pubbliche e private del centro. Tra queste ci sono il vecchio tribunale, l’ex macello, l’ex Fiera di contrà Mure Porta Nova. Non possiamo permetterci di tenere questi contenitori vuoti, ed è assurdo in dieci anni di amministrazione Variati non si sia giunti ad un progetto per un utilizzo di questi spazi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *